Orgosolo, sequestrati 700 chili di marijuana, armi ed esplosivo: tre arresti

L'operazione è dei carabinieri del comando provinciale, il valore della droga è di tre milioni di euro

ORGOSOLO. E' con tutta probabilità uno dei più grossi rinvenimenti di stupefacente in un centro abitato: settecento chili di marijuana pronta da immettere sul mercato dove avrebbe fruttato tre milioni di euro. Li hanno trovati i carabinieri del Reparto operativo del Comando provinciale di Nuoro, dopo una articolata operazione alla quale hanno preso parte anche le unità cinofile dei Cacciatori di Sardegna e le Squadriglie edi Nuoro e Pratobello. Tre persone sono state arrestate: Salvatore Musina, 51 anni di Orgosolo, Giovanni Giuseppe Mereu di 59 anni e il figlio Salvatore Luciano di 27. Sono tutti di Orgosolo, lo stupefacente si trovava in edifici nelle loro disponibilità nell'abitato di Orgosolo, in qualche caso nel centrale corso Repubblica.

Orgosolo, sequestrati droga per tre milioni di euro ed esplosivo: tre arresti

Non c'erano soltanto i 700 chili di marijuana, tutto custodini con estrema cura perchè lo stupefacente non si deteriorasse: i carabinieri hanno trovato anche 70 grammi di cocaina, un fucile calibro 12, due pistole calibro 7,65, una calibro 9x21 e una calibro 38, due chili di esplosivo del tipo di gelatina da cava diviso in 12 saponette, nove metri di miccia detonante e due di miccia a lenta combustione, 59 monete di epoca romana databili tra il I e il IV secolo avanti Cristo, e 13mila euro in contanti. I dettagli dell'operazione, che ha impegnato i carabinieri da lunedì fino a giovedì scorsi con controlli e perquisizioni e rinvenimenti in tempi successivi, sono stati esposti nella sede del Comando provinciale dal comandante del Nucleo investigativo, maggiore Michele Cappa, con il comandante del Reparto operativo, maggiore Saverio Aucello, e il comandante provinciale colonnello Franco di Pietro.Con tutta probabilità lo stupefacente proviene da coltivazioni nel vastissimo territorio di Orgosolo. Si cerca ora di capire su chi si poggiasse l'organizzazione per lo smercio della droga, sicuramente destinata al mercato della provincia.L'inchiesta è condotta dal sostituto procuratore della Repubblica di Nuoro Ireno Satta.

Fiume di droga a Orgosolo, blitz dei carabinieri nel centro del paese

WsStaticBoxes WsStaticBoxes