Orani, il coro Ilune domani in concerto

Si esibirà nella chiesa di Santa Croce con il progetto “Feminas cantan feminas”

ORANI. Il coro femminile Ilune diretto da Alessandro Catte sarà di scena domani dicembre, dalle ore 20, a Orani nella chiesa di Santa Croce in un concerto dedicato alla figura di Marianna Bussalai. Il progetto redatto dalle ragazze di Dorgali intitolato “Feminas cantan feminas”, è finanziato dalla Fondazione di Sardegna e gode del patrocinio del Comune di Orani.

L’intento è in generale quello di mettere in evidenza delle figure femminili che nella loro vita si sono distinte per la loro condotta e tenacia e che hanno lasciato un segno indelebile del loro agire. Spesso a favore della loro comunità di appartenenza ma spesso a favore di un’intera regione. Il concerto sarà inframmezzato proprio dal racconto della vita di Marianna Bussalai deceduta giovanissima per via di una malattia che l’ha costretta a letto per diversi anni.

«Di lei – spiega Alessandro Catte – rimane il suo forte impegno politico come prima donna del Partito sardo d’azione. È stata infatti la prima a partecipare da protagonista al congresso provinciale del partito. L’intellettuale Oranese Marta Brundu si è occupata di lei di recente dedicandole la sua tesi di laurea. Cosi come lo studioso Francesco Casula si occupa di lei tracciandone un ritratto in un volume scritto in lingua sarda”.

Marianna Bussalai è nata a Orani nel 1904 ed è deceduta a soli 43 anni nel 1947. Una ragazzina con la quarta elementare con gravi problemi di salute che da sola studia per costruirsi una grande cultura. Diventa scrittrice e poetessa e insieme leader politica. I suoi amici sono Antioco Casula Montanaru e i grandi dirigenti sardisti, da Luigi Oggianu e Pietro Mastino ai fratelli Melis a Emilio Lussu e Dino Giacobbe. Sebastiano Satta andava spesso a trovarla per scambiare con lei opinioni e poesie. La sua casa diventa punto di riferimento per gli antifascisti. Una donna che ha saputo affrontare le avversità della malattia con coraggio diventando esempio per tutti in un periodo storico dove la donna era relegata ai lavori di casa.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes