Pane e olio per merenda

Bolotana, scolari protagonisti di un laboratorio sul campo

BOLOTANA. “Merenda pane e olio”: questo il titolo del progetto che è stato realizzato dagli alunni della scuola secondaria dell’istituto comprensivo “Bachisio Raimondo Motzo” di Bolotana grazie alla collaborazione della locale azienda agricola del giovane Giacomo Nieddu, 23 anni, produttore dell’olio extra vergine di oliva biologica “Ozzastrera” e “Terracuza” che ha proposto l’iniziativa durante il periodo di raccolta delle olive concluso di recente. Il laboratorio, durato due giorni con attività teorica in aula e pratica in un oliveto messo a disposizione dal Comune nel parco “Manigos”, oltre al giovane imprenditore bolotanese, ha coinvolto anche l’agenzia Laore del Marghine e il Ceas (Centro di educazione e sostenibilità ambientale) di Bolotana. “L’attività – fa sapere Giacomo Nieddu, che ha ereditato l’azienda dal padre Giovanni Maria, vincitore con l’olio “Ozzastrera” di numerosi premi nazionali quali “Ercole Olivario” di Spoleto – era mirata ad aumentare le conoscenze e le competenze specifiche dei ragazzi nel campo dell’alimentazione con l’utilizzo dei prodotti del territorio.

Nello specifico, l’obiettivo del progetto è stato quello di poter introdurre una merenda con pane e olio in alternativa alle classiche merendine, data l’importanza dell’olio extra vergine di oliva del nostro territorio quale alimento di elevate proprietà salutistiche”. Il progetto è stato accolto dagli alunni con entusiasmo ed è stato realizzato grazie alla collaborazione degli insegnanti e alla disponibilità della coordinatrice del plesso scolastico di Bolotana, Marisa Filia. Nella prima giornata di lezione teorica in classe sono stati illustrati diversi argomenti legati alla storia, alla produzione e all’assaggio dell’olio. “In particolare – sottolinea Giacomo Nieddu – abbiamo spiegato agli alunni l’educazione ambientale sostenibile legata all’uso dei cinque sensi; la storia e la diffusione dell’olio nella cultura mediterranea; la gestione dell’oliveto; la lavorazione delle olive e i sistemi di estrazione dell’olio; l’assaggio delle varie tipologie di oli vergini ed extra vergini e, infine, l’importanza alimentare della merenda con pane e olio”. Nella seconda giornata i ragazzi si sono cimentati nella raccolta delle olive. Al termine dell’attività di laboratorio l’azienda di Giacomo Nieddu ha fornito alla scuola l’olio extra vergine necessario per introdurre la merenda con pane e olio per tutto l’anno scolastico. Una merenda alternativa che i ragazzi hanno mostrato di gradire a tutto vantaggio della loro salute.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes