La tartaruga-alligatore trova casa a Cala Gonone

La tartaruga-alligatore

Gli esperti dell'acquario hanno organizzato l'accoglienza di questo esemplare di una specie pericolosa ma protetta

CAGLIARI. Trova una nuova casa «Freezer». La tartaruga d'acqua dolce, della specie Macroclemmys Teminicki originaria del Mississippi è stata trasferita questa mattina 10 marzo all'Acquario di Cala Gonone. L'esemplare conosciuto come «tartaruga alligatore», una specie dichiarata pericolosa ma anche protetta, ha raggiunto la sua nuova e definitiva dimora dopo essere rimasta in custodia per sette anni al Cres, centro recupero del Sinis, progetto nato dall'intesa tra il Cnr e l'Area Marina Protetta del Sinis.

I ricercatori del Cnr Andrea Camedda e Andrea De Lucia, responsabile scientifico del CReS, l'hanno sistemata in una cesta per il viaggio verso il nuorese. Qui sarà accolta in strutture idonee e spazi adeguati per questa specie. È infatti arrivato il nullaosta per il suo trasferimento da parte Centro anticrimine natura carabinieri di Cagliari, a seguito del dissequestro autorizzato dalla Direzione centrale per il patrimonio naturalistico del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. Lo spostamento dell'animale è avvenuto nella cupola di San Giovanni di Sinis, alla presenza del direttore dell'area marina protetta Massimo Marras, dei rappresentanti della stazione forestale di Oristano e del Centro anticrimine natura carabinieri di Cagliari, Paolo Briguglio, responsabile sanitario del CReS, Angela Pira, responsabile dell'Acquario di Cala Gonone. «L'abbiamo chiamata Freezer per il suo stare immobile sul fondo del fiume a bocca aperta con la lingua tagliente che simula un'esca con cui catturare i pesci», spiega Andrea Camedda.(Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes