I giovani di Bosa aiutano la Croce rossa

Dal Rotary mascherine in dono per sostenere le attività dei volontari

BOSA. Ieri, a nome dei giovani dell’Interact di Bosa, è stata consegnata alla Croce Rossa una partita di dispositivi di protezione acquistati grazie alle iniziative dei giovani del locale Rotary Club. Il Comitato della Cri di Bosa, presieduto da Salvatore Deriu, opera anche nella distribuzione di generi alimentari di prima necessità alle famiglie in difficoltà, l’ambito dove le richieste sono praticamente raddoppiate in queste ultime settimane. Come l’attenzione e la generosità di cittadini e imprese, a leggere la tabella di quanto donato dai primi giorni dell’emergenza sanitaria nazionale ad oggi in questo settore della protezione civile. Ludovica Cossu, Giulia Ibba, Francesca Mura, Eliana Soggiu e altri ragazzi dell’Interact del Rotary Club di Bosa tempo fa avevano raccolto dei fondi, nella Giornata per la salute, da utilizzare in iniziative benefiche.

Un gruzzolo che i ragazzi sono riusciti a incrementare con altre iniziative, servito ad acquistare mascherine filtranti da donare al Comitato della Croce Rossa di Bosa, la scelta.

La cerimonia si è svolta ieri mattina nella sede di via Don Sturzo, quando dalle mani di Ludovica Cossu, in rappresentanza dei giovani dell'Interact Rotary Bosa, il presidente del Comitato Cri Salvatore Deriu le ha prese in consegna. Un gesto dal grande significato, in questi giorni ancora densi di impegni per i volontari del soccorso. Che possono però contare sulla benevolenza di tanti a Bosa e nel territorio, per svolgere in sicurezza gli impegni quotidiani.

Singoli cittadini e imprese hanno messo mano infatti al portafogli, ed al Comitato sono giunte offerte in danaro per diverse migliaia di euro, utilizzate soprattutto per l’acquisto di dispositivi di protezione indispensabili nelle incombenze quotidiane.

C'è poi chi ha donato generi alimentari: 270 chili di pasta, 144 scatole di salsa di pomodoro, 103 pezzi di legumi in scatola, 226 litri di latte, 720 litri di acqua, 1152 merendine, 11 chili di tonno in scatola, oltre 80 confezioni di uova, 1150 succhi di frutta, alcuni numeri del lungo elenco di beni devoluti alla Croce Rossa, in buona parte già distribuiti in un periodo così delicato, nella massima riservatezza.

«Ringrazio tutti di cuore. I volontari per il loro prezioso apporto, quanti con le loro offerte ci aiutano ad aiutare le persone in difficoltà. Oggi ringrazio i ragazzi dell’Interact Rotary per il gesto di grande altruismo e sensibilità», commenta Salvatore Deriu.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes