Lunedì via alle messe con fedeli distanziati e confessioni all’aperto

NUORO. Sono state rese pubbliche dal vescovo Antonello Mura le disposizioni, valide dal 18 maggio, per la celebrazione delle messe nelle diocesi di Nuoro e di Lanusei. Si parte dal rispetto del...

NUORO. Sono state rese pubbliche dal vescovo Antonello Mura le disposizioni, valide dal 18 maggio, per la celebrazione delle messe nelle diocesi di Nuoro e di Lanusei. Si parte dal rispetto del distanze. «Il sacerdote individui il numero massimo di persone che possono accedere alle celebrazioni – si legge nella nota – calcolando i posti a sedere disponibili e garantendo il rispetto delle distanze minime tra essi (non meno di un metro davanti e ai lati). Quando si prevede la partecipazione di persone diversamente abili, solo in questo caso si potranno riservare apposite aree ai componenti di nuclei familiari che vivono nella stessa casa. Si richiede possibilmente di utilizzare nella chiesa più ingressi, lasciando completamente le porte aperte sia per l’entrata che per l’uscita. Durante gli spostamenti dovrà essere rispettata la distanza di sicurezza di almeno 1,5 metri. Chi accede al luogo di culto indossi la mascherina, igienizzi le mani con apposito liquido messo a disposizione all’ingresso e se può indossi guanti monouso nuovi, mantenendoli durante la celebrazione».

Per quanto riguarda l’igienizzazione, al termine di ogni celebrazione e prima di quella successiva si deve igienizzare il luogo di culto e la sacrestia, cambiare l’aria, disinfettare accuratamente i vasi sacri utilizzati (sapone e acqua calda) e i microfoni. Inoltre, le acquasantiere delle chiese dovranno rimanere vuote. Riducendo al minimo indispensabile nel presbiterio la presenza di concelebranti e ministri durante la celebrazione non è chiaramente opportuno la presenza di un coro, mentre è possibile quello di un organista o degli strumentisti. Non possono prevedersi foglietti per la messa o libretti dei canti e anche il segno della pace continua ad essere vietato. Chi celebra può rimanere senza la mascherina durante la messa, fino al momento della Comunione. La stessa sarà data al fedele solo via mani e utilizzando i dispositivi di protezione individuale con procedura di igienizzazione da ripetersi per le ostie senza glutine. Le offerte non si ritireranno più durante la messa ma saranno individuati degli appositi contenitori. La confessione non si potrà amministrare nei confessionali ma in luoghi aperti. Prime comunioni e cresime sono per ora rinviate. (a.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes