Il “Fromboliere” tutto da bere

Le Cantine di Orgosolo donano a Nuoro la prima bottiglia del nuovo cannonau nel nome di Ciusa

NUORO. Cultura e coltura si uniscono per dare vita al primo vino dedicato alla celebre opera di Francesco Ciusa: il Fromboliere. Il progetto nato nelle rinomate Cantine di Orgosolo, che da tanti anni nel cuore di Locoe, seleziona le migliori uve cannonau provenienti dai propri vigneti, per produrre in maniera artigianale dei vini fortemente legati alla tradizione del luogo, ha come obiettivo quello di rinsaldare il profondo legame con il territorio e la tradizione barbaricina. Un corposo rosato di 13,5 gradi ottenuto da monovitigno cannonau, che prende il nome dalla famosa scultura realizzata da Francesco Ciusa, il Fromboliere appunto, di cui il Comune di Nuoro è detentore, creata nel 1939 in occasione di un breve soggiorno dell’artista nuorese ad Orgosolo.

L’etichetta non poteva che ritrarre la celebre scultura del pastorello di Orgosolo, ultima opera di rilievo dell’artista nuorese, realizzata tra il 1939 e il 1940.

«Ciusa rappresenta uno dei massimi esponenti del nostro patrimonio culturale, ringrazio l’azienda per la scelta, per aver cucito addosso un’etichetta che è un vero e proprio inno alla cultura del nostro territorio, un omaggio all’arte e alla sua anima più profonda – ha commentato il primo cittadino di Nuoro Andrea Soddu durante la presentazione del progetto –. Quando si parla delle Cantine di Orgosolo si parla di una avanguardia che rende omaggio a un’appartenenza territoriale e punta a lasciare una forte eredità vitivinicola al proprio paese e ai propri figli – sottolinea –. Questo progetto è l’ennesima dimostrazione del fatto che Orgosolo guarda al futuro con un occhio sempre rivolto alla propria storia e alla propria terra». La cantina infatti è formata da un gruppo di piccoli produttori, ciascuno con una propria storia ed esperienza alle spalle, che costituiscono nel 2007 la società Cantine di Orgosolo e da allora selezionano le migliori uve Cannonau provenienti dai propri vigneti, per produrre in maniera artigianale dei vini rossi autentici, complessi, fortemente legati alla tradizione del luogo. All’incontro erano presenti il presidente delle Cantine di Orgosolo Totoni Luvicu e i soci dell’azienda Cantine di Orgosolo che hanno donato alla città la prima bottiglia di “Fromboliere”. «Siamo orgogliosi di rappresentare il nostro territorio e la nostra cultura attraverso un vino ideato per ricordare e celebrare la figura di Francesco Ciusa, ma in particolare della sua opera più conosciuta, che rappresenta il forte legame tra Nuoro e Orgosolo e l’intero territorio barbaricino – aggiungono Totoni Luvicu, Nicola Corria e Raffaele Muresca –. Nel retro dell’etichetta abbiamo deciso di inserire la sestina che Gabriele D’Annunzio dedica ai frombolieri di Orgosolo e tratta da I salmi della guerra Latina – spiegano in coro–, perché oggi più di ieri siamo convinti del fatto che vino significa cultura a 360 gradi».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes