Orotelli, riparte la ludoteca estiva

L’assessora Pusceddu: «Finalmente tutti insieme dopo il lockdown»

OROTELLI. Ha preso il via ieri, lunedì 6 luglio, a Orotelli, il servizio della ludoteca estiva per i bambini. «Tutti in presenza dopo il lungo lockdown – dice, quasi emozionata, l’assessore ai Servizi sociali e politiche giovanili, Anna Maria Pusceddu, che di professione fa l’insegnante – e tutti insieme, finalmente, nel rispetto delle regole stabilite per evitare rischi». Un segnale positivo del post quarantena, quello della ludoteca, che vede protagonisti i più piccoli, certamente i più penalizzati dall’obbligo della permanenza in casa per contrastare la diffusione del coronavirus. Il progetto della ludoteca estiva, che vede in campo il Comune in collaborazione con la cooperativa sociale Milleforme di Nuoro, si intitola “Milleforme per stare vicini, seconda parte” e coinvolge i bambini dai tre agli undici anni. «I minori – spiega Anna Maria Pusceddu – potranno frequentare la struttura dalle 9 alle 13 fino al 31 agosto e saranno supportati dalla presenza di educatori e operatori specializzati formati alle nuove norme previste dalla legge per garantire la totale sicurezza».

«La ludoteca – continua l’esponente della giunta comunale di Orotelli – accoglierà i bambini suddivisi in gruppi di cinque o sette, che, seguendo le indicazioni ministeriali, verranno accolti al triage per l’espletamento delle misure di prevenzione. Una volta all’interno della struttura verranno impegnati in percorsi paralleli e progetti mirati che riempiranno il contenitore educativo. Si tratta di attività che vanno dallo yoga, alla psicomotricità, dai laboratori di riciclo, al giardinaggio, dagli incontri di animazione, alla lettura. Il tutto – conclude l’assessore Anna Maria Pusceddu – senza mai trascurare il gioco libero all’aria aperta per fare in modo che i bambini riprendano a vivere le relazioni come solo loro sanno fare». Anche durante il periodo di quarantena, bambini e ragazzi sono stati al centro dell’attenzione dei Servizi sociali del Comune per evitare che soffrissero a causa del divieto di uscire di casa. In particolare, sempre in collaborazione con gli operatori della cooperativa Milleforme, sono stati garantiti i servizi educativi a distanza attraverso piattaforme e software con l’obiettivo di supportare le famiglie nell’affrontare, dal punto di vista educativo e scolastico, il rapporto con i minori nel corso della lunga quarantena.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes