Quattro paesi in cammino per rilanciare la montagna

Parte questa mattina, da Villagrande Strisaili, la “Sardinia 24ore experience” «Il Gennargentu e i suoi prodotti devono diventare un brand per il mercato»

VILLAGRANDE STRISAILI. Sport, benessere, cultura e promozione del territorio. Sono questi i capisaldi della “Sardinia24ore experience”, manifestazione che toccherà il massiccio del Gennargentu facendo tappa nei suoi luoghi più rappresentativi. “Quattro comunità in cammino” è il nome della prima edizione dell’iniziativa organizzata da un gruppo di cinque appassionati che ha tra i principali obiettivi la valorizzazione della Sardegna e il suo patrimoni storico, naturalistico e culturale attraverso il coinvolgimento degli amministra-tori e delle comunità locali. «Vogliamo comunicare il valore del Gennargentu: a piedi toccheremo le vette più alte della Sardegna comprese nei territori amministrati dai Comuni di Villagrande Strisaili, Arzana, Desulo e Fonni. Sarà un’esperienza di viaggio in grado di vedere la montagna sotto altri occhi» ha detto Lino Cianciotto, tra i patron del progetto, che ieri pomeriggio ha presentato l’intensa 24 ore, che nelle prossime edizioni verrà estesa agli appassionati con modalità da definire, nell’aula consiliare del comune di Villagrande Strisaili.

è dal territorio villagrandese che prenderà il via questa mattina alle 8 con il ritrovo dei cinque esperti escursionisti (Angelo Lobina e Riccardo Consigliere, entrambi alpinisti di provata esperienza, Andrea Cossu e Domenico Corraine, tutti esperti escursionisti, Pierpaolo Putzolu, guida ambientale, e il fotografo Lino Cianciotto) nel santuario nuragico di S’Arcu e is Forros. «Tutti i comuni – ha detto il sindaco Alessio Seoni – hanno aderito con entusiasmo, segno dell’esigenza di valorizzare la nostra montagna. Siamo andati ben oltre un evento di concordia e coesione. Non è solo un percorso per la valorizzazione in chiave ambientale e turistica della nostro montagna ma è un’occasione per riscoprire il nostro territorio. Molti di noi hanno allentato il legame con la montagna: è arrivato il momento di riallacciarlo». «In questi ultimi anni è cresciuto il concetto di comunità: siamo distanti ma vicini. Questo è un messaggio che vogliamo lanciare ma non possiamo limitarci a questo. Il Gennargentu e i suoi prodotti devono diventare un brand da lanciare sul mercato» ha sottolineato Daniela Falconi sindaca di Fonni. La partenza è prevista per le 9.30. Prima tappa alle 14 a Pirincanes (Arzana). Altra tappa di suggestiva bellezza, in serata, l’area archeologica di Ruinas, villaggio nuragico abitato sino al Medioevo. A mezzanotte la comitiva farà tappa a punta La Marmora, nella vetta più alta della Sardegna. Dopo l’incontro con i sindaci e le comunità, i partecipanti si dirigeranno verso il rifugio La Marmora, nel territorio di Desulo. E poi alle 4.30 del mattino sul Bruncu Spina, Su Ninnieri-Donnortei nel territorio di Fonni. La maratona sportivo-culturale si concluderà intorno a mezzogiorno con l’arrivo della “spedizione” nella basilica della Madonna dei martiri a Fonni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes