Via all’appalto per la gestione dell’ostello della gioventù

LANUSEI. L’ostello della gioventù di Lanusei è pronto per essere affidato in concessione. L’amministrazione comunale ha fissato per il 30 settembre il termine per la presentazione delle domande per...

LANUSEI. L’ostello della gioventù di Lanusei è pronto per essere affidato in concessione. L’amministrazione comunale ha fissato per il 30 settembre il termine per la presentazione delle domande per il servizio di gestione della struttura ricettiva di via Indipendenza. L’ostello, già oggetto di due concessioni durate nove anni (la prima dal gennaio 2002 al dicembre 2010, la seconda gennaio 2011-dicembre 2019) ha usufruito di un particolare finanziamento nell’ambito del “Grande Giubileo dell’anno 2000”, che ne vincolava la destinazione d’uso per l’esclusivo utilizzo quale «struttura ricettiva a basso costo»; ora questi vincoli sono scaduti e la struttura potrà avere una nuova veste.

A spiegare i dettagli della procedura il sindaco Davide Burchi, il suo vice Salvatore Zito, gli assessori Renato Pilia e Andrea Cabiddu e la capogruppo di maggioranza Alessia Mulas. «Il vincolo originario è scaduto. Pertanto la struttura può essere sviluppata e completata con la realizzazione di ulteriori servizi» fanno sapere gli amministratori locali, che si sono focalizzati sugli obiettivi: dalla durata (15 anni) ai tratti caratteristici della nuova concessione. Che prevede l’esecuzione da parte del concessionario di alcuni lavori di manutenzione straordinaria (per un importo non inferiore a 30mila euro) completamente scomputabili dal canone di concessione. «In aggiunta – ha sottolineato Burchi – è prevista la possibilità per il concessionario di realizzare ulteriori lavori di migliorie che saranno scomputati dai canoni dovuti all’amministrazione». Per finire gli amministratori hanno ribadito l’importanza dell’innalzamento degli standard di qualità della struttura ricettiva, considerata «parte integrante del percorso strategico per lo sviluppo e la valorizzazione turistica del territorio». La realizzazione di importanti attrattori come l’Ogliastra fly experience e il Nuragic park non potranno prescindere dal potenziamento del sistema ricettivo della cittadina.

La struttura ricettiva è dotata di 24 posti letto: si possono trovare stanze da sei persone, oppure ambienti più intimi dotati anche di bagno esclusivo. Ora che è scaduto il vincolo che legava la struttura a un turismo esclusivamente low cost l’offerta sarà ancora più ampia.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes