La Blind pedalò race incanta Budoni

Grande successo dell’evento organizzato dall’Unione ciechi

BUDONI. L’incantevole cornice delle spiagge di Budoni ha ospitato la quinta edizione della Blind pedalò race, competizione nella quale equipaggi misti formati da un cieco e un vedente si sfidano in mare. A Budoni si sono svolte una serie di gare sprint di pedalò su un percorso di 100 metri. Veri e propri match-race che hanno impegnato gli equipaggi in gare di velocità e socialità. «Una manifestazione di grande importanza che diventa un appuntamento fisso dell’estate sarda» sottolinea Pietro Manca, presidente dell’Unione italiana ciechi ed ipovedenti sezione Nuoro ed Ogliastra che ha organizzato l’evento. «Ancora una volta si offre la possibilità concreta di creare una sinergia reale fra i ciechi e la società dimostrando, grazie ad una sana competizione sportiva, che anche i portatori di handicap sensoriali possono vivere l’esperienza agonistica. Il raid – dichiara – è inoltre l’occasione per dimostrare che la Sardegna oltre a detenere il primato per la bellezza naturalistica e marina, è terra di grande ospitalità e la sua gente mostra enorme sensibilità. Il pedalò è una nostra icona: pur lento, e forse anche impacciato, può diventare strumento di grande divertimento, socialità e agonismo». Le giornate di sport e integrazione sono state allietate da una ricca programmazione culturale e musicale: il villaggio Janna ‘e Sole ha ospitato, infatti, “Lettura sotto le stelle”, serata di esalettura delle novelle di Grazia Deledda. «Ringraziamo per l’aiuto, l’impegno, il sostegno e l’attenzione mostrata la Fondazione Sardegna – precisa Manca – e il Comune di Budoni che hanno permesso l’organizzazione e il successo dell’iniziativa».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes