nuoro
cronaca

Bimbo annegato, decisione gup Castagna slitta a giovedì

NUORO. ll processo per la morte di Richard Mulas, il bambino di 7 anni annegato nella piscina di un resort di Orosei, il 2 settembre 2018, entra nel vivo. Ieri nel corso dell’udienza preliminare il...


06 ottobre 2020


NUORO. ll processo per la morte di Richard Mulas, il bambino di 7 anni annegato nella piscina di un resort di Orosei, il 2 settembre 2018, entra nel vivo. Ieri nel corso dell’udienza preliminare il gup Teresa Castagna ha accolto la richiesta di rito abbreviato condizionato all’esame di due testimoni, presentata dagli avvocati Antonella Pedduzza e Gino Nanni, difensori di Mathias Winkler, a processo per omicidio colposo. Dello stesso reato sono accusati l’amministratrice unica della società immobiliare proprietaria del residence in cui si verificò la tragedia, Alessandra Gusai, difesa dall’avvocato Adriana Brundu, e all’amministratore di fatto, Sergio Appeddu, difeso dall’avvocato Basilio Brodu. Il processo per Winkler è stato rinviato al 15 gennaio, giorno in cui verranno sentiti due testi: il soccorritore intervenuto nella piscina dopo l’allarme, e un manutentore dell’hotel. Ieri i difensori di Appeddu e Gusai alla fine della discussione hanno chiesto il non luogo a procedere per i propri assistiti, mentre l’avvocato Brodu, ha anche prodotto ulteriori documenti. Hanno insistito, invece, con la richiesta di rinvio a giudizio per i proprietari dell’albergo, sia il pm Bradamante, sia le parti civili: la madre del piccolo, Celia Nieto Herrera, che una volta archiviata la sua posizione come indagata per la morte del figlio, si è costituita parte civile con l’avvocato Francesco Lai; il padre del bambino, Salvatore Mulas e le quattro sorelle, rappresentate dall’avvocato Piera Pittalis. Il giudice scioglierà la riserva giovedì. La morte di Richard, secondo le indagini, fu dovuta alla mancanza di una grata nel bocchettone di scolo della piscina del residence dove il piccolo stava giocando mentre la mamma era impegnata a lavorare. (k.s.)

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.