L’ammiraglio Pettorino fa visita alla guardia costiera di Bosa

BOSAIl comandante generale delle Capitanerie di Porto, ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino, e il direttore marittimo della Sardegna, capitano di vascello Mario Valente, hanno visitato ieri...

BOSA

Il comandante generale delle Capitanerie di Porto, ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino, e il direttore marittimo della Sardegna, capitano di vascello Mario Valente, hanno visitato ieri mattina gli uffici della guardia costiera di Bosa, al comando del tenente di vascello Fabrizio Frascella. Per l’ammiraglio Pettorino si tratta della 201ª visita a uno degli uffici delle capitanerie di porto dislocati lungo la costa italiana.

«Presidi di sicurezza e tutela degli interessi sociali ed economici delle comunità» spiega. L’elicottero con a bordo Pettorino è atterrato nello spiazzo antistante l’ex fabbrica di mattoni, sulla sponda sinistra del Temo, intorno alle 11, accolto dal comandante del Porto di Bosa Fabrizio Frascella. I due ufficiali si sono quindi diretti a piedi verso la palazzina che ospita la sede della guardia costiera.

«Particolarmente vicino al personale di questo ufficio» sottolinea ancora l’ammiraglio Giovanni Pettorino, dopo aver ricevuto il saluto del sindaco Piero Franco Casula, dell’assessore Federico Ledda e della comandante dei vigili urbani Filomena Solinas. Un passaggio che suona anche come un incoraggiamento, considerato che in pochi anni mezzi e personale di Circomare sono stati fatti oggetto di gravi atti intimidatori per l’attività di controllo svolta nell’ampio e complesso tratto di costa tra Bosa, Magomadas, Tresnuraghes e Cuglieri.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes