Ospedale da campo, la visita di Lampis

L’assessore alla Protezione civile: «Siamo a fianco della sanità nell’emergenza»

NUORO. Ieri mattina, l’assessore regionale alla Difesa dell’Ambiente, con delega alla Protezione civile, Gianni Lampis, ha visitato l’ospedale da campo appena finito di allestire nei parcheggi del San Francesco. «In pochi giorni la Protezione civile regionale, in collaborazione con la Croce rossa e l’Ats Sardegna, ha allestito un ospedale da campo nei parcheggi dell’ospedale San Francesco, che è diventato il terzo reparto Covid del presidio sanitario» ha commentato l’assessore al termine della visita. La struttura sanitaria, che occupa una superficie di circa trecento metri quadri, è composta da tre tende più un atrio per l’accettazione, è attrezzata con venti posti letto in due aree di degenza, è dotata di quattro impianti di climatizzazione e di servizi igienici da campo.

«Il sistema regionale di protezione civile è continuativamente al fianco di quello sanitario per affrontare nel migliore dei modi questa seconda fase dell’emergenza sanitaria, così da garantire e tutelare la salute e la sicurezza dei sardi – ha aggiunto l’assessore regionale alla Protezione civile, Lampis - Sono oltre 75, tra tensostrutture e container, le attrezzature che sono state messe a disposizione in tutti i presidi sanitari dell’Isola, a dimostrazione del grande impegno quotidiano, anche nell’ambito dell’emergenza Covid, del personale regionale della Protezione civile affiancato da circa duemila volontari». Ma resta l’attesa per l’arrivo del personale che possa gestire l’ospedale da campo.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes