Consorzio industriale, i soci si riuniscono per le nuove cariche

TORTOLÌ. Importante appuntamento domani pomeriggio nella sala convegni del Consorzio industriale provinciale dell’Ogliastra, nella zona di Baccasara. Il presidente del collegio dei revisori, il...

TORTOLÌ. Importante appuntamento domani pomeriggio nella sala convegni del Consorzio industriale provinciale dell’Ogliastra, nella zona di Baccasara. Il presidente del collegio dei revisori, il commercialista Maurizio Pisu, ha convocato l’assemblea dei soci (sono solo due, il Comune di Tortolì e la Provincia di Nuoro, entrambi al 50 per cento) con all’ordine del giorno il rinnovo delle cariche sociali.

L’ente territoriale – che è anche socio unico dell’AliArbatax spa in liquidazione, proprietaria dell’aeroporto chiuso ininterrottamente da nove anni - è rimasto senza consiglio di amministrazione, visto che tutti e tre i membri si sono dimessi. Il primo, in relazione all’azzeramento del cda consortile, è stato il presidente Matteo Frate, che ha protocollato le proprie dimissioni più di quattro mesi fa, ovvero il 15 giugno.

A seguire, il 25 settembre la sua vice, Stefania Vargiu (che era stata nominata a luglio 2019 dall’amministrazione comunale tortoliese), mentre il terzo componente del “triumvirato”, Mario Murru, ha rassegnato le proprie dimissioni venerdì 9. Alla Provincia, di Nuoro spetta la nomina di due dei tre membri del cda, mentre il Comune di Tortolì dovrà nominarne uno. Nell’ultima assemblea dei soci, convocata sempre dal presidente del collegio dei revisori dei conti, Pisu, e tenutasi lo scorso 19 ottobre, la Provincia di Nuoro , è parsa attendere indicazioni dall’esecutivo isolano, ma queste dovrebbero arrivare a brevissima scadenza, dopo i risultati delle elezioni amministrative (in Ogliastra si è votato in sette paesi).

Alle due precedenti assemblee che sono state convocate da Mario Murru, l’unico membro del consiglio di amministrazione consortile che non si era ancora dimesso, la Provincia di Nuoro non ha partecipato, contestando il fatto che non avesse titolo a farlo. E sostenendo che anche egli fosse oramai decaduto.

Non resta che attendere domani per sapere se l’ente intermedio farà le due nomine, oltre a quella del Comune in cui il Consorzio industriale provinciale dell’Ogliastra ha da sempre sede. (l.cu.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes