Covid, anziana passa la notte in ambulanza davanti al San Francesco di Nuoro

Mentre il personale è rimasto per un giorno e mezzo con l'intera bardatura anti-contagio in attesa del cambio

NUORO. Sono arrivati da Cala Gonone per dare il cambio all’ambulanza che dal giorno prima sostava nel piazzale davanti al Pronto soccorso del San Francesco. Una sorta di “staffetta” solidale per alleggerire squadre di operatori, costretti per ore in ambulanza in attesa del loro turno. Così, ieri pomeriggio una squadra partita da Dorgali, l’unica disponibile in tutto il territorio, ha dato il cambio al mezzo di soccorso che dal giorno prima, con a bordo un’anziana, sostava nel piazzale dell’ospedale.

La donna che come altri malati ha passato la notte in ambulanza, è stata poi caricata nell’altra medicalizzata. La sua odissea non era ancora finita. «Questo perché va tutto bene – denuncia un operatore –. Com’è possibile che una signora passi la notte in ambulanza? È incredibile constatare quello che sta succedendo nel nostro ospedale. Abbiamo dovuto percorrere 40 chilometri per dare il cambio a questi ragazzi che per un giorno e mezzo sono rimasti bardati e in attesa. Eravamo l’unico mezzo disponibile in tutto il Nuorese – aggiunge –. A questo punto non sappiamo come andremo a finire». E intanto chi pensa al resto del territorio completamente scoperto.
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes