Direttissima Oristano-Arbatax: al via il progetto della Regione per la trasversale sarda

Dopo 35 anni di attese è un obiettivo concreto. L’assessorato ai Lavori pubblici ha affidato l’incarico a una società in house

TORTOLÌ. È da 35 anni che si parla della realizzazione della trasversale sarda, la coast to coast da Arbatax a Oristano, ma ora qualcosa pare muoversi. Per la realizzazione dell’arteria, la Regione stima che serviranno 450 milioni di euro. Dopo l’annuncio di fine maggio dell’assessore ai Lavori pubblici, Roberto Frongia, rispetto all’importanza di realizzare la nuova arteria stradale, la giunta regionale accelera affidando alla società “Opere e infrastrutture della Sardegna” la predisposizione del progetto di fattibilità tecnica ed economica e della documentazione per la procedura di Via. L’esecutivo isolano, su proposta dell’assessore dai Lavori Pubblici, Roberto Frongia ha approvato «l’inserimento del progetto relativo al nuovo itinerario stradale (ritenuto opera strategica, di grande rilievo e complessità) nel piano industriale della società in house della Regione costituita proprio per velocizzazione la realizzazione delle opere pubbliche di rilevanza strategica o con carattere di urgenza per il territorio regionale».

L’obiettivo è creare una connessione veloce e sicura tra Oristano e Arbatax, mettendo direttamente in comunicazione la strada statale 131 alla statale 125-Orientale sarda, senza necessariamente passare, come avviene oggi, da Nuoro o da Cagliari. «Si procederà – viene spiegato – all’adeguamento della viabilità esistente tra Oristano e Allai (in provincia di Oristano) e alla realizzazione di un tracciato prevalentemente in variante, tra Allai e Tortolì-Arbatax, nel tratto che si sviluppa nella provincia di Nuoro». Sul tema è intervenuto anche il presidente Christian Solinas. «Abbiamo affidato alla struttura interna la gestione di un’opera che riteniamo di assoluto rilievo per i collegamenti della Sardegna – ha detto il presidente – strategica per vincere l’isolamento e capace di generare sviluppo. Si tratta della più importante infrastruttura di cui si occuperà la società in house, inserita nel percorso di ammodernamento del sistema viario dell’Isola».

A parere di Frongia il sistema infrastrutturale della Sardegna «richiede un forte investimento finanziario per superare l’attuale situazione di forte squilibrio nel contesto nazionale ed è in quest’ottica che si sta muovendo l’attività della Regione». L’assessore precisa che una delle principali criticità del sistema stradale della Sardegna è costituita dall'assenza di un itinerario trasversale che realizzi collegamenti efficaci tra l'Oristanese e l'Ogliastra. «Proprio per colmare le lacune nei collegamenti tra i territori – prosegue – l'assessorato ai Lavori pubblici ha avviato da tempo una serie di attività di studio e progettazione delle opere necessarie alla realizzazione dell’itinerario stradale che colleghi Oristano e Tortolì, affidati alla società in house».

Ed che “Opere e Infrastrutture della Sardegna” avrà il compito di procedere alla definizione progettuale di tutti gli interventi lungo l'itinerario Oristano-Arbatax attraverso la predisposizione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica che, tenendo conto degli studi già esistenti e delle progettazioni in corso, individui le caratteristiche dell'intervento sulla base dell’assetto territoriale e vincolistico esistente. «Si tratta di un ulteriore tassello verso la realizzazione di un’opera che una volta completata inciderà positivamente sui tempi di percorrenza e rappresenterà il massimo della sicurezza stradale».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes