Il pronto soccorso presto sarà di nuovo un reparto no Covid

Cattina: lavoriamo per restituire il reparto alla sua funzione Da oltre una settimana non c’è più la coda delle ambulanze 

NUORO. Nei giorni scorsi la fila di ambulanze con pazienti Covid davanti al San Francesco aveva dato la misura dei problemi della sanità nuorese. Abbiamo chiesto al direttore generale dell’Assl Grazia Cattina qual è la situazione odierna.

Nei giorni scorsi l'ospedale era in l'emergenza, ora la situazione è migliorata?

«L’ospedale di Nuoro sta assicurando l’assistenza a pazienti Covid e no Covid, anche in questa seconda ondata, rimodulando la propria organizzazione per soddisfare i fabbisogni in continua evoluzione. La situazione è nel complesso sempre emergenziale, siamo nel pieno di una pandemia, ma non mi risulta ci siano state situazioni nelle quali, nell’ospedale, sia stata compromessa la salute o la sicurezza di operatori e pazienti. La professionalità e disponibilità degli operatori e un adeguato livello di organizzazione, consentono di assicurare una risposta adeguata anche nelle situazioni più critiche».

Qual è attualmente la situazione del pronto soccorso?

«Con l’incremento dei posti letto di degenza ordinaria e di terapia intensiva Covid, avviato da tempo e in fase di completamento, si è progressivamente ridotto l’impegno in qualche modo “compensatorio” del pronto soccorso Covid che ha dovuto assicurare l’assistenza, per più giorni, a pazienti Covid in un contesto logistico di emergenza. Sono in atto azioni finalizzate a restituire il Pronto soccorso alla sua funzione originaria per pazienti no Covid».

L’attesa delle ambulanze si è ridotta o permane l'emergenza?

«Le azioni organizzative poste in essere sono state efficaci. Non ci sono più attese da oltre una settimana».

L'ospedale da campo di prossima apertura darà ulteriore sollievo? E' confermata l'apertura per la prossima settimana?

«La degenza ordinaria collocata nell’ospedale da campo opererà in integrazione con i reparti ospedalieri che assistono pazienti a diversi livelli di intensità. L’attivazione è in relazione al completamento dell’organico con personale della Croce Rossa Italiana in fase di reclutamento».

Quanti sono i pazienti Covid attualmente ricoverati e quanti in terapia intensiva?

«Dal 28 agosto a oggi l’ospedale San Francesco ha assistito 306 pazienti Covid nei reparti di degenza ordinaria e terapia intensiva. Al momento sono ricoverati complessivamente 82 pazienti Covid, dei quali 16 in Terapia intensiva. Alle 7 di stamane, 10 si trovavano in pronto soccorso».

Quanti sono i contagiati del personale sanitario tra medici e infermieri?

«Il numero degli operatori contagiati è in aggiornamento, ma sono oltre un centinaio. In percentuale irrisoria risulta identificabile un contagio intra ospedaliero legato a comportamenti individuali non corretti. L’attenzione a salute e sicurezza di pazienti e operatori è sempre massima ed assicurata con vari strumenti».

©RIPRODUZIONE RISERVATA.
WsStaticBoxes WsStaticBoxes