«Gli operatori della sanità locale tagliati fuori dagli aumenti»

NUORO. «Un’altra mazzata si è abbattuta su molti lavoratori della sanità nuorese» denuncia il coordinatore provinciale della Cisl- Fp, Giorgio Mustaro – Sono gli stessi che hanno subito lo smacco di...

NUORO. «Un’altra mazzata si è abbattuta su molti lavoratori della sanità nuorese» denuncia il coordinatore provinciale della Cisl- Fp, Giorgio Mustaro – Sono gli stessi che hanno subito lo smacco di non ricevere, in maniera adeguata, l’incentivo previsto dalla giunta regionale a coloro che, durante la prima ondata, sono stati in prima fila a combattere la pandemia. Tantissimi non hanno beneficiato della “progressione economica”. Sono stati stabiliti criteri generali per cui una buona parte delle migliaia degli operatori della sanità sarda hanno avuto un aumento di fascia economica». Il rappresentante sindacale della Cisl-Fp sottolinea come «per ottenere lo scatto di carriera, oltre all’anzianità, occorreva anche una buona valutazione da parte dei dirigenti. O i lavoratori scartati non sono capaci o la valutazione di alcuni dirigenti nuoresi è stata più penalizzante di quella espressa a Cagliari, Sassari, Oristano, Olbia. Noi propendiamo per questa seconda ipotesi. Ora si elabori una norma compensativa che possa rimediare alla beffa subita dai nuoresi».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes