Il comitato No Scorie in municipio

La bandiera esposta in Comune. Il sindaco: «No ai rifiuti radioattivi nell’isola» 

NUORO. Ieri mattina i responsabili del Comitato “No Scorie” hanno consegnato all’amministrazione comunale la bandiera in cui si ribadisce la contrarietà all’ipotesi che la Sardegna venga individuata dal governo nazionale quale sito dove stoccare le scorie nucleari. La bandiera è stata esposta all’esterno del Palazzo civico ad emblema della presa di posizione di tutta la cittadinanza. «Il Comune di Nuoro ha sempre manifestato la sua ferma opposizione allo stoccaggio delle scorie nucleari sul territorio regionale. Siamo stati contrari in passato, lo siamo ora e lo saremo in futuro», è il commento del sindaco Andrea Soddu. «Il popolo sardo – continua - si è pronunciato sulla questione con il referendum del 2011, quando il 97 per cento dei cittadini ha detto un chiaro e definitivo no alla presenza di energia nucleare nell’Isola sotto ogni forma. Per ribadire e rafforzare quella presa di posizione, nel 2016 il Consiglio comunale di Nuoro si è espresso all’unanimità contro “l’individuazione della Sardegna quale sito unico destinato a ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi”. Il problema dello stoccaggio delle scorie esiste e ne siamo ben consapevoli, ma la nostra Isola ha già pagato, e continua a pagare, un prezzo altissimo in termini ambientali e di occupazione di parte del suo territorio come servitù militari da parte dello Stato . Non possiamo lasciare una simile eredità alle generazioni future».

E sempre sul tema “No alle scorie”, i consiglieri di minoranza Lisetta Bidoni, Natascia Demurtas, Francesco Guccini, Carlo Prevosto hanno proposto un ordine del giorno. «Il Consiglio Comunale di Nuoro, in riferimento alla avvenuta pubblicazione dell’elenco dei possibili siti individuati da Sogin per l'ubicazione del deposito nazionale dei rifiuti radioattivi ritiene improponibile la realizzazione in Sardegna di tale struttura per le seguenti motivazioni. l siti individuati in Sardegna non sono prioritari rispetto ai criteri indicati dalle istituzioni europee e dal Sogin Pertanto il Consiglio Comunale di Nuoro chiede alle istituzioni e al Governo Nazionale di escludere rapidamente i siti sardi dallo studio per l’individuazione del Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi».



WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes