Invasione di cavallette, indennizzi per 5 comuni

La Regione stanzia 400mila euro per risarcire le aziende colpite nel maggio 2020 In arrivo aiuti agli agricoltori di Bolotana, Lei, Dualchi, Noragugume e Silanus 

MACOMER. Dopo l'invasione delle cavallette arrivano gli indennizzi alle aziende danneggiate. Nel comprensorio del Marghine sono cinque i comuni, nel cui territorio si sono verificati i danni maggiori, che a breve dovrebbero beneficiare degli aiuti elargiti dalla Regione per venire incontro alle aziende che la scorsa estate hanno lamentato gravi perdite alle colture foraggere e nei campi agricoli. L'assessorato regionale all'Agricoltura ha stanziato 400mila euro per risarcire le aziende del comparto agro-pastorale.

Nel Marghine il fenomeno ha interessato i comprensori di Bolotana, Lei, Dualchi, Noragugume e Silanus (un’altra ventina i comuni isolani colpiti). La giunta regionale, dopo varie sollecitazioni, ha deciso di istituire un aiuto con la concessione di indennizzi per i danni causati dall'invasione di cavallette nell'anno 2020 (tra i mesi di maggio e agosto), da assegnare alle imprese. I contributi verranno assegnati sulla base delle perimetrazioni, dei rapporti di sopralluogo e delle verifiche effettuate dall'agenzia Laore, incaricata per l'attuazione dell'intervento. Sono stati anche approvati i parametri proposti dall’assessore dell'Agricoltura e la perimetrazione territoriale dei danni.

Sarà ora l’Agenzia Laore competente per territorio a curare la redazione dell'avviso pubblico, la ricezione e l'istruttoria delle domande, la realizzazione di controlli a campione su eventuali requisiti per i quali potrà essere richiesta l'autocertificazione, la liquidazione e gli obblighi previsti dalla normativa comunitaria. I danni hanno riguardato soprattutto colture foraggere, in asciutto e in irriguo, e in maniera molto limitata superfici coltivate ad ortive. Il danno provocato nel corso dei mesi primaverili ed estivi del 2020 è stato superiore al 40 per cento in tutti i siti monitorati dall'Agenzia. Gli insetti si sono cibati delle parti più tenere e ricche di valore nutritivo rendendo il foraggio dell'annata molto scadente dal punto di vista qualitativo. Le cavallette hanno iniziato a fare la loro comparsa alla fine del mese di aprile. In poche settimane i campi della vallata del Marghine e della Media valle del Tirso sono stati invasi da milioni di insetti. Un fenomeno che si sta ripetendo con una cadenza preoccupante. Per questo motivo gli operatori agricoli pastorali della zona chiedono interventi mirati per debellare il fenomeno quando l'insetto è allo stato larvale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes