Traghetti per la penisola, domani scade la proroga

L’allarme del sindaco di Tortolì: in attesa della gara d’appalto è l’unica soluzione In caso contrario bisognerà attendere il 20 aprile senza la rotta per Civitavecchia 

ARBATAX. Per le tratte in convenzione in continuità territoriale marittima da 72 milioni annuali con Cin Tirrenia, fra le quali c’è anche la Civitavecchia-Arbatax-Cagliari e viceversa, manca la proroga, che scadrà domani notte. Per lo scalo marittimo arbataxino quelli odierni, alle stato attuale, sono gli ultimi due arrivi e partenze di questa tratta bisettimanale e annuale. Che è l’unica rimasta allo stesso porto considerato che da sette anni, la Genova-Olbia-Arbatax è viceversa (anche questa è stata, per decenni, bisettimanale e annuale) diventa operativa soltanto dall’ultima settimana di luglio fino alla prima di settembre. Quest’oggi, poco prima delle 5 del mattino attraccherà in porto la nave Cin Tirrenia proveniente da Civitavecchia, che poi proseguirà per Cagliari. Alle 23, sempre dal porto del capoluogo regionale, entrerà in porto la nave per Civitavecchia, che ripartirà intorno alla mezzanotte.

«Venerdì 19 – ricorda il sindaco di Tortolì-Arbatax, Massimo Cannas – è stato pubblicato, da Invitalia, per conto del ministero dei Trasporti, anche il bando per la tratta marittima Cagliari–Arbatax–Civitavecchia. La procedura per l'affidamento in concessione del servizio pubblico per il trasporto di passeggeri, veicoli e merci scadrà il 20 aprile. Considerato che la proroga della convenzione con Cin Tirrenia scadrà domenica, ci auguriamo che possa giungere una nuova a giorni. Che vada a coprire tutto il periodo che intercorrerà fino all’assegnazione al vincitore del bando su questa tratta che ci interessa, anche perché è rimasta l’unica. E gli operatori del settore vacanze hanno necessità di potere programmare la stagione già da ora».

L’affidamento del servizio di trasporto marittimo sulla tratta, prevede la durata di cinque anni, per un importo di 83 milioni di euro. Anche l’assessore comunale all’Ambiente, Walter Cattari, è molto preoccupato perché non si è arrivati a una nuova proroga per le tratte in convenzione in continuità territoriale marittima. Spera in una notizia positiva entro pochissimi giorni, onde evitare il blocco dell’unica tratta marittima annuale e bisettimanale rimasta allo scalo marittimo ogliastrino.

«Quanto si sta registrando – afferma l’esponente dell’esecutivo di Tortolì-Arbatax– è veramente molto grave. Non possiamo stare senza questo collegamento bisettimanale da e per il porto laziale di Civitavecchia. Spero tanto che la Regione e il ministero dei Trasporti riescano a trovare una via unitaria per porre rimedio a questo nuovo e gravissimo gap, sotto il profilo dei trasporti, non solo per la nostra cittadina, ma per tutta l’area ogliastrina. Gli operatori dei vari segmenti del settore turismo devono potere contare, già del primo giorno del prossimo mese, ovvero lunedì, su delle certezze per potere programmare la stagione vacanziera».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes