Covid, 2.710 tamponi a San Teodoro: dopo i risultati la sindaca deciderà se revocare la zona rossa

Il lockdown secondo l'ordinanza sindacale si dovrebbe concludere il 10 marzo

NUORO. Sono 2.710 cittadini di San Teodoro che si sono sottoposti allo screening anti-covid tra ieri e oggi, richiesto all'Ats dalla sindaca Rita Deretta, dopo l'impennata di contagi che il 25 febbraio l'ha portata a firmare una ordinanza con cui sono entrate in vigore le limitazioni della «zona rossa» sino al 10 marzo. Un risultato importante per il centro costiero che conta 3mila abitanti effettivi - 2mila sono i residenti delle seconde case - e che crescerà ancora visto che un'equipe di sanitari sottoporrà a screening a domicilio anche gli anziani e disabili.

Alla luce dei risultati dei tamponi molecolari sulle positività emerse dal test antigenico rapido, la sindaca deciderà se revocare o meno la zona rossa: «È stato un risultato straordinario che è servito per prendere coscienza della situazione sanitaria e del fatto che non bisogna abbassare la guardia come forse è stato fatto ultimamente - ha detto all'Ansa la prima cittadina - Tra ieri e oggi ci sono state alcune positività che però devono essere ancora confermate dai tamponi molecolari che farà la Assl di Sassari. Sulla base di quei risultati faremo un ragionamento con i sanitari dell'Igiene Pubblica dell' Ats e deciderò se revocare o meno la zona rossa». (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes