Turismo in bicicletta da Torpè a San Giovanni

Posada, l’ok del Comune al secondo lotto del progetto “Muoversi meglio” Una rete di piste ciclabili collegherà l’interno e la costa della Baronia

POSADA. Quasi concluso l’iter per le autorizzazioni necessarie alla realizzazione della pista ciclabile che collegherà l’abitato di Torpè alla borgata turistica di San Giovanni. Il progetto relativo al lotto 2 stralcio A del progetto “Muoversi Meglio” del “Sistema integrato di mobilità alternativa per la fruizione del Parco di Tepilora”, ha ottenuto nei giorni scorsi il parere favorevole e il relativo nulla osta da parte della giunta comunale presieduta dal sindaco Salvatore Ruiu. Il progetto che interessa anche il Comune di Siniscola e quello di Torpè, prevede la realizzazione di una lunga pista ciclabile che partendo dall’abitato di Torpè conduce dapprima al mare di San Giovanni per proseguire poi lungo la costa sino a Santa Lucia. Un’opera prevista dal protocollo d’intesa firmato qualche anno fa a Bitti tra Regione e i tre comuni Baroniesi, che fa parte del piano di sviluppo territoriale dell’area strategica del parco di Tepilora. Un sistema intercomunale integrato di piste e di mobilità ciclabili che prevede in prospettiva un collegamento tra la Rete regionale degli itinerari ciclabili e il parco ciclistico del Supramonte, Golfo di Orosei, Tepilora e del rio Posada. L’idea è creare una serie di piste ciclabili intercomunali finalizzate ad ottenere servizi per il turismo costiero. Due i lotti, il primo che ricade interamente nel territorio di Siniscola e l’altro, quello approvato a Posada che collegherà l’abitato di Torpè al centro costiero dove è già esistente una rete ciclabile che dalla periferia porta a Montelongu e alla spiaggia di Su Tiriarzu.

Complessivamente è stato stanziato oltre un milione e mezzo di euro, per Posada a disposizione 364mila euro che consentiranno di creare una pista ciclabile a ridosso della strada provinciale 24 (arteria che dovrebbe presto passare alle pertinenza comunali) sistemando il tracciato già esistente dall’abitato di Posada a Montelongu dove verrà realizzata una rotonda per proseguire sino alla borgata di San Giovanni. Per ovviare al problema in materia di sicurezza stradale che vieta l’esistenza di piste ciclabili a ridosso delle strade provinciali, l’amministrazione comunale di Posada, ha chiesto ufficialmente la cessione di un lungo tratto della strada provinciale 24 che dalla Caletta arriva sino al confine con Torpè. L’accordo consentirà al Comune di gestire gli interventi con più celerità. La pratica per declassificazione della strada provinciale, è stata già trasmessa in Provincia e Regione per l’autorizzazione definitivo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes