Assunzioni contro la burocrazia

Il Comune dà il via alla riorganizzazione dell’organigramma: 70 nuovi dipendenti nei prossimi anni

NUORO. Il Comune rafforza il personale burocratico così da raggiungere gli obiettivi programmatici. Gli innesti più importanti nel settore finanziario, le cui carenze non sono state irrilevanti nei ritardi nell’approvazione dei documenti contabili. Il primo acquisto è proprio quello del dirigente titolare. Tre giorni fa la commissione ha chiuso il concorso, a cui hanno preso parte 60 candidati. Tra qualche giorno ci dovrebbe essere l’ufficializzazione del vincitore. Mentre è ancora in corso la selezione per 10 istruttori contabili, anch’essi destinati a colmare i vuoti nel settore: «La procedura è in questo caso un po’ più lunga – ha spiegato il sindaco Andrea Soddu – considerato che ci sono state circa 1500 domande e le restrizioni per il Covid hanno rallentato la macchina del concorso». I lavori di reclutamento nel loro complesso sono però in pieno corso. La conferma è avvenuta dal Dup, il documento di programmazione. Il potenziamento degli organici è l’oggetto di una delle azioni strategiche del programma dell’amministrazione civica. Nel triennio è previsto l’inserimento di 46 figure a tempo indeterminato, che arriveranno a 70 negli anni immediatamente successivi. Nel bilancio somme per 2 milioni e 400mila euro, contro il milione e 260mila attuale. Un’altra fetta di nuovi contratti per tecnici e istruttori amministrativi sarà invece a tempo determinato, per i cui costi l’amministrazione conta di stanziare un milione di euro, contro i 200mila attuali. I primi inserimenti saranno fatti attraverso la chiamata di personale idoneo da graduatorie di altri enti pubblici e con la stessa mobilità, sempre con un travaso di forze tra apparati burocratici di istituzioni diverse.

«Ci siamo posti il tempo di un anno per riorganizzare gli uffici», ha spiegato l’assessore del Personale, Filippo Spanu, nella presentazione al Consiglio comunale del Dup e dell’azione strategica dedicata a colmare i vuoti negli organici e dare maggiore verve alle diverse attività della burocrazia. Un tempo alla fine del quale potrebbero essere abili e arruolati anche i 10 vincitori del concorso per istruttori contabili. Passaggio, quest’ultimo, che per il sindaco Soddu è come emblematico della nuova stagione, che si apre tra settori e servizi del municipio. «Nel nostro primo mandato di governo del Comune – ha spiegato ai colleghi del Consiglio – la carenza di personale ha condizionato il funzionamento dell’attività amministrativa. Ricordo che, nel 2015, il giorno dopo l’insediamento la dirigente aveva scelto di andare a un altro ente, considerato che le norme glielo permettevano. Non avevamo neppure il segretario generale». Il blocco nazionale del turn-over, in vigore sino al 2019, impediva di fatto anche i propositi di andare a rimpiazzare tutti i funzionari e impiegati andati via. Tra le conseguenze soprattutto i ritardi nella redazione e approvazione di bilancio, conto consuntivo e accertamento degli equilibri di bilancio. Senza i quali la Corte dei Conti ha bloccato la stessa possibilità di spendere delle risorse per nuove assunzioni, oltre gli stessi limiti posti dal governo al turn-over. Il gatto che si morde la coda, e una situazione senza vie d’uscita. Prima del nuovo Dup e dello stesso bilancio 2021-2023, rientrato nei termini legali per l’approvazione: «Gli ultimi fatti – ha aggiunto Soddu – credo siano la testimonianza che stiamo raggiungendo i risultati messi nel conto. Il reclutamento di personale – ha continuato – ci consentirà di eliminare le lacune nell’accertamento e nella riscossione dei tributi e, quindi, di poter incassarne le somme, così da programmare e attuare le azioni di governo della città».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes