Tortolì chiede giustizia per Mirko: in 500 in piazza per dire no alla violenza

Il giovane ucciso dall'ex compagno della madre, Paola Piras, a sua volta ferita in modo gravissimo. La manifestazione organizzata per richiamare l'attenzione sulle denunce per violenza fatte dalle donne e spesso sottovalutate

TORTOLI'. Almeno 500 persone hanno partecipato, stasera 18 maggio a Tortolì, a una manifestazione organizzata da un gruppo di donne, contro la violenza contro il femminicidio e contro il razzismo.

A una settimana dall'omcidio di Mirko Farci, il giovane ucciso per difendere la madre, Paola Piras, dalla violenza dell’ex compagno della donna, il pakistano 29enne Masih Shahid, la risposta netta della cittadina è stata di condanna alla violenza.

Tra gli striscioni e nelle magliette indossate da molti participanti, la richiesta di giustizia per Mirko.

Nella folla, anche il capo della comunità pakistana di Tortolì, che da subito e con fermezza aveva preso le distanze dall'assassino. Anche a Porto Torres, in contemporanea, si è svolta una manifestazione per ribadire il rifiuto alla violenza.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes