Natura, gioco e avventura parte l’Estate dei ragazzi

La chiesa di San Domenico Savio apre le attività dell’oratorio interparrocchiale Don Paba: «Tra i nostri obiettivi curare e scoprire diversi spazi della città»

NUORO. Anche se i sacerdoti salesiani hanno lasciato la città, non si arresta la tradizione dell’estate dedicata ai più giovani all’insegna del divertimento. Anche quest’anno, infatti, l’oratorio, divenuto, interparrocchiale, della parrocchia di San Domenico Savio, propone l’Estate Ragazzi. Si tratta della prima edizione curata nella nuova forma di oratorio avviata a seguito della diaspora salesiana. Una nuova sfida che apre l’estate ai ragazzi anche al di là del cortile dell’oratorio con tantissime novità.

«Stiamo riscontrando una grande attenzione anche da parte delle famiglie dei paesi limitrofi e non solo della città – commenta il responsabile dell’oratorio interparrocchiale don Stefano Paba – tant’è che è doveroso ricordare che questo campo scuola è destinato a bambini e giovani provenienti da qualsiasi comunità della nostra diocesi. Anche l’equipe di educatori e animatori, che è già composta da circa 20 persone, si sta aprendo anche a nuovi educatori provenienti da altri oratori della città e non solo. Questa edizione dell’estate ragazzi sarà come un piccolo corso di formazione e buono è il riscontro iniziale in città». Le date dell’Estate ragazzi 2021: «Primo step dal 21 giugno al 16 luglio, nella fascia d’età compresa tra i 7 e i 12 anni. Ogni settimana – spiega don Stefano Paba – sarà possibile partecipare scegliendo di iscriversi alle singole settimane. Dal lunedì al venerdì, le attività saranno dalle ore 8.30 alle 17 con pranzo al sacco. Inoltre la scelta di quest’anno volge a concludere l’estate ragazzi con la proposta del campo oratoriano dal 21 al 25 luglio. Cinque giornate da passare tutti insieme nella casa del seminario a Solotti, sull’Ortobene. Questo per i giovani dai 9 ai 12 anni».

E sono diversi, i temi del campo scuola e tante le novità: «Sei dei nostri è il titolo principale – afferma il sacerdote – Il divertimento, le attività, i laboratori, la preghiera saranno vissute in base al grande tema dell’ecologia integrale, nell’anniversario della “Laudato sii” di Papa Francesco. Il racconto che ci coinvolgerà tramite tre protagonisti Eco, Jia e Lo, ci porterà all’avventura del viaggio alla bellezza e alla meraviglia del creato, della famiglia umana sparsa nel mondo e della ricchezza della fraternità globale. Tra gli obiettivi – prosegue don Stefano Paba – c’è quello di riscoprire le aree verdi della città e curarne di nuove meno verdi. Saranno tanti i posti che visiteremo con i ragazzi, tra questi, la pineta di Ugolio, le domus de janas di Borbore e il colle di Sant’Onofrio».

Le tematiche posposte seguiranno il sussidio preparato dalla Elledici: cambiamenti climatici, economia, spiritualità e ecologia integrale e stili di vita. «Il tutto naturalmente si svolgerà entro le norme di sicurezza sanitaria previste per contrastare il Covid-19 – conclude don Stefano Paba – infatti tutti gli spazi e le attività saranno rese fruibili secondo le norme vigenti. I sacerdoti, la comunità delle suore Salesiane, l’équipe di animatori e aiuto animatori insieme ai ragazzi della città e della diocesi aspettano di vivere una esperienza indimenticabile sul piano educativo e del divertimento». È possibile iscriversi direttamente in oratorio o contattando i numeri 3281358010 o il 3471002882.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes