Il coro Ilune riparte dopo la pandemia

Dorgali. Via al tour canoro. Prima tappa al nuraghe Mannu e il 4 a Serra Orrios

DORGALI. Con qualche inevitabile defezione, conseguenza della pandemia in corso, riparte l’attività del coro Ilune. Il via al tour canoro una settimana fa con il primo concerto all’aperto che si è tenuto nel sito nuragico del Nuraghe Mannu a Cala Gonone. Uno dei tanti siti archeologici del territorio dorgalese. Tour che ha dato il via alla nona edizione di “Terra d’in-canto” l’appuntamento annuale proposto dal coro di Dorgali, uno dei primi in Sardegna a valorizzare le voci corali delle donne, essendo nato oltre venti anni fa. La manifestazione è organizzata in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale e la cooperativa Ghivìne che gestisce proprio queste location molto particolari. Si tratta di concerti tematici legati alla natura e all’archeologia dove il coro esegue il suo repertorio all’interno dei siti archeologici. Luoghi e panorami mozzafiato che accolgono le voci delle donne guidate dal maestro Alessandro Catte che propongono cosi le storie narrate nei loro canti. «Purtroppo – spiega Catte – la pandemia ha fatto sì che questa edizione fosse privata di due luoghi molto suggestivi cioè la Grotta dl Bue Marino e La grotta di Ispinigoli punti di forza delle rassegne precedenti. L’accesso di un numero molto limitato di persone ha fatto si che venissero annullate in attesta di tempi migliori». Il coro Ilune propone questo progetto oramai da nove anni inserendo in questi luoghi suggestivi, del ricco e vasto territorio del comune di Dorgali, questi concerti che diventano particolarmente affascinanti. «L’arrivo del Coronavirus – sottolinea Alessandro Catte – ha creato uno stop forzato all’attività che lentamente sta riprendendo ed è importante per il coro ritrovare il contatto col pubblico sia composto da appassionati che da turisti».

I prossimi appuntamenti della rassegna saranno, il 4 agosto, nel sito nuragico per eccellenza di Dorgali, Serra Orrios, con inizio alle 19.45. Seguirà il terzo appuntamento, l’11 agosto di nuovo a Nuraghe Mannu alle ore 19.45 e l’ultimo il 18 di nuovo a Serra Orrios ore 19. «Saranno – conclude la presidente del coro Ilune, Francesca Lai – ottime occasioni per visitare questi splendidi siti e sentire dal vivo le voci del coro che racconteranno della Barbagia della Sardegna storie leggende e quant’altro».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes