Arbatax, due tartarughe salvate all'avvio dei mondiali di pesca in apnea

Un italiano e un sudafricano individuano una coppia di Caretta caretta impigliate in reti da pesca

ARBATAX. I campionati mondiali Cmas di pesca in apnea  sono iniziati ad Arbatax con il botto.  Due concorrenti hanno infatti trovato due tartarughe marine impiagliate in una rete e le hanno salvate.

Il mondiale WSC2021 è stato organizzato dalla Asd Scuola Apnea Sardegna sotto l’egida del Comitato mondiale attività subacquee (Cmas) e della Federazione italiana pesca e attività subacquee nuoto pinnato (Fipsas). La pesca subacquea in apnea è altamente rispettosa della biodiversità e della tutela dei fondali : le gare sono disciplinate da rigide regole sulla dimensione dei pesci e soprattutto sul numero, che è contingentato. Alcune specie non posso essere pescate.

Questo rispetto per l'ecosistema marino si riflette nell'evento mondiale che è accompagnato da un progetto di natura ambientale che punta a coinvolgere le scuole, le marinerie e le associazioni. Il progetto promosso dalla Scuola Apnea Sardegna (organizzatrice dei mondiali) ha consentito la mappatura dei rifiuti sui fondali marini effettuata con i Gps dalle pescatrici e dai pescatori in gara durante l’esplorazione pre-gara dei fondali.

Gli atleti delle nazionali hanno marcato i punti di rinvenimento dei rifiuti sui fondali del campo gara. In questo contesto, un atleta italiano e un sudafricano hanno rinvenuto e liberato due tartarughe Caretta caretta rimaste impigliate in reti abbandonate. (l.cu.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes