Lei un focolaio di lingua blu nelle campagne

LEI. Un altro focolaio di lingua blu è stato segnalato nelle campagne del Marghine. Il servizio veterinario di sanità animale della Asl di Nuoro ha riscontrato la presenza del morbo di febbre...

LEI. Un altro focolaio di lingua blu è stato segnalato nelle campagne del Marghine. Il servizio veterinario di sanità animale della Asl di Nuoro ha riscontrato la presenza del morbo di febbre catarrale in un allevamento di proprietà di un allevatore di Lei che ha l'azienda in località Su Pitarzu, al confine con il territorio di Silanus.

Le indagini di laboratorio hanno evidenziato la presenza di alcuni ovini con sintomi riconducibili alla febbre catarrale. Non appena la segnalazione è pervenuta agli uffici comunali, il sindaco, non ha potuto fare altro che emettere un ordinanza di sequestro cautelativo del gregge e ha dichiarato la zona interessata dal focolaio «infetta per febbre catarrale contagiosa degli ovini».

Nel provvedimento emesso dal sindaco di Lei, Luigi Cadau, viene ordinato il censimento degli animali, con indicazione per ciascuna specie, del numero dei capi morti, infetti o suscettibili di esserlo. Viene inoltre disposto il divieto assoluto di mettere in contatto gli animali colpiti dalla lingua blu con altri animali sani nonché di spostarli senza l'autorizzazione del veterinario.

Negli ultimi giorni nelle campagne del Marghine sono stati segnalati una trentina circa di allevamenti colpiti dalla Blue tongue. La preoccupazione tra gli allevatori, dunque, aumenta sempre di più. (t.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes