Bando per l’assistenza a domicilio appalto da oltre 3 milioni e mezzo

NUORO. Appalto da oltre tre milioni e mezzo per l’assistenza domiciliare in 17 comuni del Plus. I servizi sono a vantaggio di disabili, anziani e famiglie in difficoltà. Il bando è del Comune di...

NUORO. Appalto da oltre tre milioni e mezzo per l’assistenza domiciliare in 17 comuni del Plus. I servizi sono a vantaggio di disabili, anziani e famiglie in difficoltà. Il bando è del Comune di Nuoro, ente capofila tra i paesi del circondario, in quelli che sono i piani locali unitari dei servizi. Le domande delle imprese dovranno pervenire entro le ore 9, del 29 novembre, nella piattaforma online per gli appalti Sardegna Cat, gestita dalla Regione.

Le domande saranno valutate dagli uffici comunali e tra queste scelta l’azienda vincitrice con la quale sarà stipulato l’Accordo quadro per l’affidamento dell’appalto. Gestione del servizio tra i comuni del Plus che non potrà essere oggetto di sub-appalto, che è clausola obbligatoria in tutte le proposte contrattuali riguardanti i servizi sociali. Per partecipare alla gara le imprese dovranno allegare alla domanda il titolo d’iscrizione al registro delle imprese della Camera di commercio e il certificato di qualità, concernente la struttura societaria e l’attività svolta. Riguardo a quest’ultima, il bando ha stabilito il limite alla partecipazione per quelle imprese che siano sotto un fatturato di tre milioni e mezzo di euro nell’ultimo triennio. L’azienda che si aggiudicherà l’appalto sarà chiamata a gestire i servizi nei 17 paesi, per tre anni. A iniziare, verosimilmente, dal gennaio 2022 e sino al 31 dicembre del 2024. Servizi a carattere domiciliare, mirati alla cura della persona e del suo ambiente di vita. Servizi per i quali ogni comune sottoscriverà degli accordi con l’azienda aggiudicataria del bando Plus. Per quanto riguarda i criteri di attribuzione dell’appalto, tra essi la regola della scelta sulla base dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Nel caso la graduatoria vedesse due imprese a pari merito, sarà il punteggio tecnico a dire chi è il vincitore dell’appalto. Da ricordare che la commissione esaminatrice delle domande potrà anche sindacare (ed eventualmente escludere) quelle offerte che siano ritenute anormalmente basse, per quanto riguarda l’elemento economico.

Sino a 8 giorni prima della scadenza del bando, si potranno chiedere chiarimenti sulla procedura, affidata alla funzionaria Maria Dettori. Sempre utilizzando la piattaforma Sardegna Cat. Oltre all’ente capofila, il bando interessa i comuni di Bitti, Dorgali, Lula, Mamoiada, Oliena, Ollolai, Olzai, Onanì, Oniferi, Orani, Orgosolo, Orotelli, Orune, Osidda, Ottana e Sarule. (f.p.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes