Posada, giovane studentessa investita da un’auto

Ennesimo incidente nei pressi del quadrivio. La ragazza è stata portata all’ospedale San Francesco

POSADA. Ennesimo incidente stradale nei pressi del quadrivio al centro di Posada dove transita un costante flusso veicolare per la zona costiera. Dopo i tanti incidenti tra auto che negli ultimi mesi hanno visto coinvolte numerosi mezzi per le mancate precedenze, ieri mattina una giovane studentessa del paese è finita al pronto soccorso di Nuoro.

Ad investirla in via Gramsci un’autovettura condotta da un operaio residente in un paese vicino, L’uomo non si sarebbe accorto che la ragazza stava attraversando la strada e l’ha travolta. Subito soccorsa la ragazza, che accusava dolori all’anca e al capo, è stata portata in ospedale per essere sottoposta ad accertamenti.

Le sue condizioni non sarebbero gravi ma si ripropone d’urgenza l’esigenza manifestata da tanti residenti di mettere in sicurezza le vie Gramsci e Mazzini sulla direttrice Torpè La Caletta perché le auto non rispettando i limiti di velocità e bruciando a più riprese lo stop, sono ormai diventate un pericolo costante per i pedoni e per i bimbi della vicina scuola materna che attraversano le zebre.

Solo l’altro ieri si è evitato l’ennesimo incidente con un furgone refrigerato che ha saltato lo stop immettendosi sulla statale 125 e costringendo ad una brusca frenata un’auto che proveniva da Siniscola con a bordo una mamma ed una bambina.

«Si sta attendendo che ci scappi il morto per un intervento mirato alla sicurezza della strada – dice una donna che abita a poca distanza dal bivio dell’incidente –Servono urgentemente dei dissuasori che rallentino la velocità, un cartello luminoso che indichi lo stop per chi arriva dalla strada provinciale e possibilmente un autovelox per punire pesantemente chi supera i limiti di velocità». (s.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes