Orotelli, via ai lavori nella caserma

I carabinieri continueranno a operare nel centro polivalente sino al marzo 2022

OROTELLI. «A causa di lavori di manutenzione straordinaria, che per qualche tempo renderanno inagibile la stazione dei carabinieri di Orotelli, si comunica che i militari saranno a disposizione dei cittadini presso il centro polivalente “Franco Pintus”, in via Santa Croce, nei seguenti giorni e orari: dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 12». Con questo comunicato il sindaco di Orotelli, Toni Bosu, ha informato i cittadini sulla disponibilità dei carabinieri a ricevere il pubblico nei locali messi a disposizione dal Comune a causa della chiusura della caserma per lavori in corso. In un primo momento i militari avevano annunciato di garantire la loro presenza attraverso una stazione mobile a giorni alterni. Ora, invece, il servizio è operativo tutti i giorni con un ufficio allestito nel centro polivalente sempre nella fascia oraria che va dalle 10 alle 12. I servizi di sicurezza e prevenzione sono assicurati, ovviamente, 24 ore su 24.

I lavori in corso renderanno la caserma inagibile fino al 15 marzo 2022, data in cui è prevista la fine dei lavori. Il progetto per la messa a norma e in sicurezza dell’edificio che ospita la caserma dei carabinieri, redatto dal geometra di Orotelli Fabrizio Santoni, ha una dotazione finanziaria di oltre 600mila euro: cento mila euro in più rispetto alla precedente previsione economica di 500mila euro. Il tutto grazie ai fondi previsti dal cosiddetto conto termico 2.0 che prevede finanziamenti aggiuntivi per l’efficientamento energetico, quali l’inserimento nei progetti per la sistemazione degli edifici pubblici di impianti fotovoltaici con sistema di accumulo, della coibentazione dei solai interni ed esterni e della messa in opera degli oscuranti negli infissi. Tutte opere, queste, che sono state aggiunte agli interventi progettuali inizialmente previsti e che hanno consentito al Comune di ottenere un contributo maggiore rispetto a quanto preventivato.

L’introduzione delle modifiche progettuali e l’adeguamento del progetto esecutivo ha consentito di portare le risorse disponibili a 606mila e 967euro così suddivise: 400mila concesse dalla Regione, 100mila cofinanziate dal Comune e 106mila euro ottenute dal conto termico previsto da un decreto ministeriale per gli edifici classificabili a energia quasi zero. Una somma che consentirà di rimettere a nuovo lo stabile di proprietà del Comune che ospita la caserma dei carabinieri nella parte alta di corso Vittorio Emanuele. Il progetto, approvato il 29 dicembre 2020, punta a migliorare la fruibilità e l’efficienza dei locali, rendendoli più sicuri e idonei. Oltre alla sistemazione interna dello stabile, il progetto prevede anche la sostituzione degli infissi, l’efficientamento energetico e la sistemazione dell’impianto elettrico dell’edificio.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes