Prove generali di turismo in vista della Pasqua

Operatori ottimisti, parla il presidente del Consorzio Sardegna Costa Est: «Numerose prenotazioni»

ARBATAX. Fra tre mesi, con il ponte pasquale (Pasqua sarà il 17 aprile) ripartirà la stagione delle vacanze. Per l’imprenditore Rocco Meloni, presidente del Consorzio turistico Sardegna Costa Est (che conta 23 strutture ricettive) sarà un anno buono. Senza considerare che dovrebbero migliorare i dati, già positivi, conseguiti, a livello territoriale, nella stagione 2021. Che si e si è lasciata alle spalle la forte crisi del 2020 dovuta al Covid.

«Strutture come la mia e altre che fanno parte del nostro Conso Sardegna Costa Est – dice il presidente Meloni – già da due mesi hanno ricevuto un bel numero di prenotazioni relative alla stagione vacanziera che inizierà fra tre mesi. Questo significa che, nel 2021, l’Ogliastra si è fatta conoscere al meglio, sia a livello di bellezze naturalistiche, archeologiche, delle tradizioni, e sotto il profilo dell’enogastronomia. Ma anche per le strutture ricettive e i servizi offerti rispetto ai segmenti del settore turistico. La strada che occorre continuare a percorrere è questa. Puntiamo a migliorare, come presenze, quelle già molto buone del 2021». Meloni spera che, anche grazie ai fondi del Pnrr (Piano di ripresa e resilienza), l’intero territorio riesca a intercettare fondi che possano servire a superare il forte gap nel settore infrastrutturale.

«È però inutile – prosegue – che i comuni, invece di pensare in maniera unitaria per ottenere qualcosa di importante a livello territoriale, in caso di fondi si continui a credere che sia un obiettivo primario restaurare una chiesetta di campagna o sistemare una strada rurale. Serve pensare in grande». Un esempio potrebbe essere il “Volo dell’Angelo”, l’aerofune che collegherà da un versante all’altro della vallata del Pardu, i territori di Osini con Gairo: questo rappresenterà un grande attrattore turistico a livello Ogliastra. Il progetto è già inserito fra quelli del Piano territoriale “Progetto Ogliastra. Percorsi di lunga vita”, con una dotazione di 59 milioni.

A parere di Rocco Meloni però servono risposte urgenti da Stato e Regione. «Mi riferisco – sottolinea – soprattutto al sistema dei trasporti e dei collegamenti. A livello di corse marittime, fra pochi mesi scadrà la proroga assegnata a Grimaldi sulla bisettimanale Civitavecchia-Arbatax-Cagliari. Spero ci si stia già attivando per il nuovo bando pluriennale. Spero anche si riescano a ottenere, a livello isolano, maggiori collegamenti aerei. Mi auguro infine che, da parte di Regione e Arst, il trenino verde possa essere operativo, già dal ponte pasquale».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes