Riprendono i lavori in via Umberto

Tortolì. Il cantiere per la nuova pavimentazione era fermo dalla fine del 2021

TORTOLÌ. Dopo circa cinque settimane di stop, ieri mattina, con la posa di una parte della nuova pavimentazione stradale in granito, sono ripresi i lavori di rifacimento dei primi 75 metri della centrale via Umberto, che ormai è chiusa al traffico dal 10 ottobre dello scorso anno. Si tratta della riqualificazione funzionale e architettonica del primo tratto di questa via centrale. Numerose, a partire dal periodo prenatalizio, le proteste di diversi commercianti per il forte calo, anche del 50 per cento, del fatturato causa la chiusura al traffico della parte iniziale della via. E c’è stato anche chi, una decina di giorni fa, ha annunciato, d parte sua e di alcuni altri commercianti, la decisione di ricorrere alle vie legali con richiesta danni se i lavori non dovessero terminare, come era stato stabilito inzialmente, l’8 febbraio.

«Le opere nel cantiere sarebbero dovute ripartire subito dopo la pausa natalizia – ha detto la scorsa settimana il sindaco Massimo Cannas – ma per cause legate all’emergenza sanitaria non è stato possibile. Questo imprevisto, non dovuto all’impresa né al Comune, ha portato allo slittamento del proseguo dei lavori come da cronoprogramma. Fino a ora sono stati portati avanti e conclusi gli interventi più importanti che hanno riguardato lo sbancamento del tratto di strada dall’incrocio tra via Mameli e via Vittorio Emanuele sino a via Cagliari e via Cairoli, il rifacimento dei sottoservizi e l’abbattimento delle barriere architettoniche». Manca ora solo l’ultimo step: la messa in posa della pavimentazione in granito. Infine, l’intervento prevede anche una nuova illuminazione e la realizzazione di una cartellonistica diffusa.

L’intervento che si attuando nei primo 75 metri della via Umberto rientra nell’ambito del programma regionale “Tutela e valorizzazione dei centri storici della Sardegna, Programma integrato Tortolì-Arbatax, S’Atobiu”. Prevede la riqualificazione architettonica e funzionale della prima parte della storica via.

Si tratta di un progetto rispetto al quale il Comune è risultato beneficiario di un finanziamento totale di 228mila mila euro: di questa somma 106mila euro per opere pubbliche e la restante quota, come previsto dal bando, destinata a privati per recupero di fabbricati ricadenti all’interno del centro di antica e prima formazione.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes