nuoro
cronaca

Insediamenti produttivi, quasi due milioni in arrivo

La Regione potenzia l’area di Ovodda dove già gravitano 100 buste paga Intervento ex novo a Ollolai: verrà realizzato uno stabilimento polifunzionale  


01 febbraio 2022 di Michela Columbu


OLLOLAI. Circa 400 mila euro per Ollolai, e un milione e 400 mila euro per Ovodda. Finanziamenti importanti per le infrastrutture economiche dei due Comuni della Barbagia. Il primo realizzerà un progetto che si era perso nel tempo: il Piano insediamento produttivo (Pip) lungo la 128, strategica per le aziende e sogno da oltre quarant'anni. Il secondo, Ovodda, con un finanziamento decisamente molto più consistente, andrà invece ad intervenire e dare risposte a una rete imprenditoriale già fortemente strutturata, e che già dispone di una zona industriale dove gravitano circa cento buste paga.

La presentazione delle due azioni, rese possibili grazie ai fondi dell’area di crisi area di Ottana, qualche giorno fa nella sala consigliare del municipio di Ollolai. Presenti le amministratrici di Ovodda, Ilenia Vacca e la vice Maria Moro, sindaco e il suo vice di Ollolai Francesco Columbu e Salvatore Zedde, il presidente del Distretto Barbagia, Efisio Arbau, quello del Bim Taloro Gianfranco Zedde, la consigliera regionale Elena Fancello, e in collegamento streaming l'ingegnere Francesco Licheri, che ha presentato gli elaborati tecnici.

«Da più fronti e più anni siamo attivi su diversi ambiti produttivi economici – ha esordito l’ovoddese Maria Moro nella descrizione del progetto che ha visto la luce con l’amministrazione di Cristina Sedda –. Ora daremo una risposta alle attività agroalimentari con un cofinanziamento comunale importante: 160 mila euro».

Il padrone di casa, Francesco Columbu, sottolineando l’importanza di questi interventi ha annunciato che a Ollolai «realizzeremo una struttura dove troveranno sistemazione le nuove imprese – ha detto –, le giovani aziende, che nasceranno in questa zona grazie ad altri progetti. Daremo ad un sistema produttivo la possibilità di trovare qui gli spazi dei quali ha bisogno senza doverli andare a cercare altrove».

E proprio di un sistema economico vivace e con grandi ambizioni ha parlato il presidente del distretto rurale Barbagia Arbau, la fondazione di cui fanno parte circa 100 imprese della Barbagia che non può che guardare a queste azioni con grande favore. E se ad Ovodda in concreto si continuerà ad infrastrutturare un Piano di insediamento produttivo già avviato, a Ollolai si interverrà ex novo, con la realizzazione di uno stabilimento polifunzionale. A dettagliare il progetto l’ingegnere Licheri dello studio Plans: si tratta di una struttura che potrà essere data in disponibilità a diverse aziende, seguendo la formula del co-working.

«Non posso che guardare con ammirazione alle realtà di Ovodda e Ollolai – ha infine commentato Elena Fancello –. Aree virtuose e in prima linea nel promuovere azioni concrete». «Azioni così continuano ad essere una priorità – ha commentato l'assessora regionale all'Industria Anita Pili –. Stiamo cercando di inserire nuove risorse per integrare i progetti già finanziati anche con azioni di efficientemente energetico volte alla creazione di comunità energetiche locali».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.