La Nuova Sardegna

Nuoro

Maltempo

Desulo, torna l’elettricità dopo 27 ore di disagi

di Simonetta Selloni

	Mucche al pascolo (foto Locci)
Mucche al pascolo (foto Locci)

Il sindaco Giancristian Melis: una situazione gravissima che si sarebbe potuta evitare. Ancora 6 persone isolate, ma non corrono rischi

21 gennaio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Desulo Dopo 27 ore senza energia elettrica, i duemila abitanti di Desulo hanno di nuovo la corrente nelle loro case. Questo perché l’Enel ha collegato le power station alle due cabine di alimentazione, mentre Terna è intervenuta su quella di alta tensione ad Aritzo. «Una situazione gravissima, che si sarebbe potuta evitare se Terna in questi ultimi due anni fosse intervenuta sulle linee. E’ un continuo rimpallo di responsabilità». Ancora sei allevatori intanto sono isolati nelle loro aziende, a una ventina di chilometri dal paese, nelle zone di Girgini e Monte Cresia. Ma hanno comunicato con le famiglie e non sono in difficoltà. Nel paese hanno  operato quattro spazzaneve, di cui due della Forestale, e due del Comune e della Provincia, tre bobcat, due trattori e un mezzo cingolato. La SP 7 Fonni-Desulo è completamente sgombra. Nel paese è arrivato anche un generatore elettrico, messo a disposizione dalla associazione Volontari Tirso di Ottana, che fa capo alla Protezione Civile, il cui direttore generale Antonio Belloi, stamattina, è andato a Desulo con  l’assessore regionale all’Ambiente, Marco Porcu per rendersi conto della situazione. L’assessore ha dato garanzie sulla richiesta di dichiarazione dello stato di calamità naturale e sul ristoro alle aziende. Per quelle agricole, il punto si potrà fare soltanto domani, ma la mancanza di energia elettrica ha provocato danni anche ad alcuni panifici, salumifici e due torronifici. Intanto per il 30 gennaio a Roma si svolgerà un incontro chiesto dalla Regione al quale parteciperanno Terna, Enel e Enel Energia. 

In Primo Piano
Il caso

Siniscola, Giovanni Bomboi dopo gli spari al Consorzio: «Ero esasperato, sono pentito. Non volevo ferire nessuno»

di Sergio Secci
Le nostre iniziative