La Nuova Sardegna

Nuoro

Il caso

Nuoro, Europeade a rischio: si dimette il dirigente comunale del settore finanziario

di Francesco Pirisi
Nuoro, Europeade a rischio: si dimette il dirigente comunale del settore finanziario

Roberto Del Rio: «Le responsabilità organizzative e patrimoniali sono inaudite a causa della mancata approvazione del bilancio»

28 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Il dirigente del settore finanziario del comune capoluogo Roberto Del Rio rinuncia all'incarico per l'Europeade. Dimissioni che potrebbero bloccare l’iter per l’organizzazione del festival internazionale del folclore, previsto in città dal 24 al 28 luglio 2024. La ragione delle “dimissioni” nel fatto che non sia stato approvato il bilancio di previsione dell'ente e non si possa far fronte ad alcuni impegni finanziari. Primo tra tutti quello relativo al piano per la sicurezza. Del Rio l'ha comunicato ieri, con una lettera indirizzata al sindaco Andrea Soddu e al segretario generale, Vincenzo Zanzarella.

Lettera dai toni perentori e ultimativi: «Se sovrana è la volontà del consiglio comunale, che non rilascia le necessarie autorizzazioni, a superare le limitazioni della gestione provvisoria – scrive Delrio – a causa della mancata approvazione del bilancio, ferma è la posizione dello scrivente di non voler assumere, in via esclusiva, le inaudite responsabilità organizzative e patrimoniali».

La soluzione alternativa è che le responsabilità possano essere divisa o avvocata a sé dall'organo politico, se l'amministrazione Soddu dovesse in zona Cesarini salvarsi dalla retrocessione alla gestione commissariale del municipio. Questione che proprio stasera (a partire dalle 18) vivrà l'ultimo appello, concesso dalla Regione, con la terza seduta per l'esame e il voto sul bilancio, da parte dell'assemblea civica. Anzi, paradossalmente quelli di Del Rio, potrebbe trasformarsi in un assist per la continuazione del governo municipale. Nella misura in cui qualche consigliere dovesse spostarsi di posizione e favorire l’approvazione del documento contabili, con i fondi anche per l’Europeade. Tutto ciò nonostante Soddu sia dimissionario e abbia detto di non voler tornare indietro. Ma più delle parole oggi conteranno i fatti. Rispetto alla seduta di 12 giorni fa, i numeri in aula saranno meno sfavorevoli al sindaco, considerato che 3 membri dell’opposizione di centro-destra hanno annunciato di non partecipare alla seduta. Tanto che i 13 risultati contrari si ridurrebbero a 10, dunque. Mentre Soddu e la giunta rilanceranno con gli 11 già favorevoli il 16 maggio. Potrebbe decidere il 25esimo membro assegnato al consiglio, assente la volta precedente. L’Europeade dovrebbe portare in città 3mila costumi, di 116 gruppi.

In Primo Piano
Il racconto

Fiamme tra Riola Sardo e San Vero Milis: a fuoco terreni da pascolo e macchia mediterranea

di Enrico Carta

Energia

Impianti fotovoltaici in Sardegna: varata la norma che stabilisce i limiti nelle installazioni per i prossimi 18 mesi

Le nostre iniziative