La Nuova Sardegna

Nuoro

Grandi eventi

Nuoro, cambi in vista per la festa del Redentore

di Alessandro Mele

	La sfilata del Redentore (foto di Massimo Locci)
La sfilata del Redentore (foto di Massimo Locci)

Dal Comune starebbero pensando di riportare la sfilata di abiti tradizionali al pomeriggio, con partenza dal sagrato della cattedrale e arrivo allo stadio Quadrivio

08 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Mentre la città sta iniziando a prepararsi per le lunghe notti dell’Europeade internazionale del folclore, tra il 24 e il 28 luglio, all’orizzonte c’è la grande festa agostana del Redentore per la quale pare che il Comune stia valutando un clamoroso ritorno al passato. Dalle stanze del palazzo civico di via Dante, infatti, si mormora che la sfilata degli abiti tradizionali della Sardegna possa tornare all’orario pomeridiano.

Il grande corteo, al quale ogni anno partecipano migliaia di figuranti in arrivo da ogni territorio dell’isola, è fissato ufficialmente per domenica 25 agosto. Ma quest’anno, con l’eventuale ritorno nel pomeriggio, pare cambierà anche il punto di raccolta dei gruppi e quindi di partenza della sfilata, che non comincerebbe più in via Santa Barbara, ma, come in passato, alla cattedrale di Santa Maria della Neve. Nel progetto di cambiamento che il Comune starebbe pensando di portare avanti, è prevista anche una ulteriore modifica che riguarda il punto d’arrivo della sfilata. Questa, infatti, non terminerebbe più sul sagrato della cattedrale, ma direttamente allo stadio “Franco Frogheri” dove si terrà, in serata, il consueto festival regionale del folclore.

Le motivazioni principali che starebbero facendo pensare al passaggio d’orario per l’evento civile più importante della 124esima festa del Redentore, sarebbero da ricercarsi sostanzialmente in questioni di comodità per i tanti ospiti in arrivo in città. Infatti, la soluzione pomeridiana permetterebbe ai tanti figuranti e membri di cori e gruppi folk, di non dover obbligatoriamente sostare per diverse ore, vivendo così la lunga attesa degli ultimi anni, tra la sfilata e la rassegna di canti e danze della tradizione isolana al Quadrivio. Per l’ente ma anche per i vari ospiti in arrivo, ci sarebbe anche una questione legata al risparmio di risorse economiche. Infatti, con i vari pullman che non dovrebbero stare in città dalla mattina alla sera, ma arriverebbero direttamente nel primo pomeriggio, i costi sarebbero nettamente abbattuti.

Se praticata, la soluzione del cambio di orario per il prossimo 25 di agosto, scontenterebbe però una parte delle attività ricettive e di ristorazione che, al netto dei tanti turisti e appassionati che si riverseranno comunque nel centro cittadino, non potranno contare sulla presenza dei figuranti in abito tradizionale. Resta comunque tutto da decidere. I dettagli strettamente logistici legati alla festa del Redentore, infatti, stanno ancora sul piano delle ipotesi. Certamente nei prossimi giorni, saranno chiarite varie questioni, comprese quelle legate anche alla sfilata di amazzoni e cavalieri e agli eventi collaterali.

In Primo Piano
Stati Uniti

Joe Biden annuncia il suo ritiro: non correrà per la Casa Bianca

Le nostre iniziative