Alluvione a Olbia, le ordinanze di sgombero sono 561

Il sindaco Gianni Giovannelli annuncia la ricostruzione della scuola di Maria Rocca

OLBIA. Sono 561 le ordinanze di sgombero emesse dal Comune di Olbia dopo l’alluvione del 18 novembre. L’ha detto il sindaco di Olbia, Gianni Giovannelli, durante la conferenza stampa convocata stamane per annunciare la ricostruzione della scuola di Maria Rocca, devastata dall’onda di piena.

Alle famiglie senza più un’abitazione vanno aggiunte - ha precisato il sindaco - le migliaia che hanno perso tutto e i gravissimi danni al patrimonio pubblico e ambientale.

Resta alto, ha aggiunto il sindaco di Olbia, il rischio di inquinamento nella zona del rio San Giovanni, che attraversa i territori di Olbia e Arzachena. Migliaia di litri di olio combustibile, provenienti da una fabbrica di bitume attraversata dalla onda di piena, sono finiti nelle acque del fiume e rischiano di riversarsi nel golfo di Cannigione.

Per porre rimedio alla emergenza occorre un intervento finanziario di 2,4 milioni di euro e, per poterli stanziare, il Comune di Olbia ha chiesto alla Regione una deroga al patto di stabilità. La risposta non è ancora arrivata.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes