La Nuova Sardegna

Olbia

OGGI AL CENTRO

«Dalla pampana all’ipad», un tuffo nel passato dei giochi

«Dalla pampana all’ipad», un tuffo nel passato dei giochi

OLBIA. Non poteva mancare uno spazio dedicato ai bambini, nel ricco programma di eventi organizzato da “ArcheOlbia”. Se con i monumenti aperti gli adulti torneranno indietro nel tempo, la stessa...

31 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. Non poteva mancare uno spazio dedicato ai bambini, nel ricco programma di eventi organizzato da “ArcheOlbia”. Se con i monumenti aperti gli adulti torneranno indietro nel tempo, la stessa possibilità verrà offerta ai più piccini. Per loro si tratterà di un: “Ritorno ai giochi di una volta: dalla pampana all’ipad”. Perché i bambini possano sapere che prima di internet e della play station, si giocava sulla strada e nei cortili con pochi mezzi a disposizione, ma sempre all’insegna del divertimento puro e semplice.

E così grazie a Teresa Veccia, commerciante del centro e titolare del negozio BimbiSi calzature, ecco inserire un’iniziativa che oggi, a partire dalle 17 e sino alle 20,30 a pochi passi da piazza Regina Margherita, consentirà ai bambini di giocare a ruba-fazzoletto, al tiro alla fune o a pampana. «Sono molto felice di essere stata inserita in un evento così importante per la nostra città e così, nel mio piccolo, - spiega Teresa Veccia - ho pensato di coinvolgere bambini e famiglie. Riscopriremo anche noi il passato, ma non solo attraverso i giochi di un tempo. Lo faremo anche con le canzoni di una volta, quelle che hanno accompagnato l’infanzia di diverse generazioni. Chi non ricorda per esempio la canzone di Haidi o di Cenerentola? O quelle dell’Ape Maia o di Anna dai capelli rossi? Non è ancora tutto. Durante la serata, i bambini avranno la possibilità di farsi truccare e di partecipare al laboratorio delle perline, quelle con cui si trascorrevano pomeriggi interi per realizzare collane e braccialetti. Tutto questo perché secondo noi è giusto e importante che anche i piccoli olbiesi scoprano un po’ di storia sotto forma di gioco. Noi siamo pronti ad accoglierli e a regalare loro gioia e allegria. E alla fine dell’evento tutti i bambini riceveranno l’attestato del ritorno al passato».

In Primo Piano

Video

Olbia, la città saluta Gabriele Pattitoni: in migliaia al funerale del 17enne morto dopo un incidente

L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative