La Nuova Sardegna

Olbia

Il campanile del borgo vip è la stazione della rete 4G

Il campanile del borgo vip è la stazione della rete 4G

La tecnologia mobile di quarta generazione arriva in città grazie alla Telecom Attivate 22 centrali radio base con una copertura del 95% della popolazione

24 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. In città arriva la nuova rete mobile 4g di Tim. Ma nessuno pensi a una stazione radio ingombrante e pachidermica. Al momento nessuno si è accorto di dove il colosso della telefonia abbia sistemato la stazione. L’intuizione è stata integrate la tecnologia con l’arte. La stazione radio è integrata nel campanile della chiesa di San Lorenzo, a Porto Rotondo.

Grazie a un investimento di circa un milione di euro Olbia è una città più tecnologica. «Per raggiungere questo obieè stata fondamentale la collaborazione dell’amministrazione comunale – spiega Roberto Baccini, responsabile Development area centro – che ha consentito di eseguire i lavori nel pieno rispetto dei tempi stabiliti. Sono state attivate 22 stazioni radio base 4G di Tim, raggiungendo una copertura di circa il 95 per cento della popolazione. A breve verranno messe in funzione altre 3 stazioni con questa tecnologia che contribuiranno a migliorare ulteriormente le prestazioni. Oggi un cliente medio utilizza moltissimo i servizi video, quindi una quantità di banda molto elevata. Noi lo mettiamo in condizioni di vivere all’esterno delal sua casa i servizi del tablet o dello smartphone alla stessa velocità di cui dispone tra le pareti di casa». Un investimento in chiave di sviluppo imprenditoriale e turistico. «Un territorio con certi tipi di servizio è anche più attrattivo», aggiungono da Telecom.

«Migliorare i servizi tecnologici è una delle principali strade per aumentare la qualità della vita di cittadini, turisti e imprese – commenta il sindaco Gianni Giovannelli –. Auspichiamo che sia da esempio per quanti vogliano investire su un territorio che vuole mantenere alti i servizi per la collettività». (se.lu.)

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative