Il mondo rock si schiera contro le scorie

Dopo il Devil Kiss il 13 settembre concerto con Dealma, Nasodoble e Sikitikis. Video di Fresu e Datome

OLBIA. La città dice no alle scorie. Passa anche da Olbia la protesta contro il deposito unico delle scorie nucleari. La reazione alla sfida lanciata dal ministro Gian Luca Galletti non si è fatta attendere. Ormai l’impegno contro il nucleare si sta allargando a macchia d’olio. E a portare avanti la battaglia non è solo il Comitato NoNucle NoScorie ma anche comitati spontanei di giovani come quello olbiese di Libertà obbligatoria.

Questo vivace gruppo sta promuovendo sottoscrizioni e organizzando serate rock come quella di martedì, una riuscitissima jam session che ha visto alternarsi sul palco del Devil Kiss tanti musicisti di Olbia e non solo, con la gradita partecipazione degli Emplexis di Berchidda. Contro il nucleare dunque serate musicali, ma anche la produzione di video in cui intervengono personaggi del calibro di Paolo Fresu e Gigi Datome, che hanno sposato la causa, il tutto a sostegno del concertone organizzato per il 13 settembre a Olbia “Rock VS Nucleare 2.0”.

L’evento è stato adottato dal Comitato NoNucle NoScorie come unica data di settembre in cui convogliare tutta l’attenzione sul problema. «Il concerto – sostengono gli organizzatori – costituirà una prima, massiccia risposta alla sfida del governo lanciata tramite il ministro Galletti, il quale in buona sostanza ha dichiarato di prendere in considerazione il problema solo se i sardi daranno un forte segnale in merito». Il cast del concerto non è stato ancora definito, ma circola già qualche anticipazione sui gruppi che parteciperanno: i Nasodoble, i Dealma e i Sikitikis, mentre il conduttore m sarà un dj di Virgin Radio. Tutti possono dare il proprio contributo, i comitati hanno sito: http://www.rockvsnucleare.it/ e pagine Facebook alle quali collegarsi anche per ordinare le famose maglie nere con stampa gialla, già diventate un must fra i giovani NoScorie.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes