Pronto il bando per gli orti urbani

Le 27 aree comunali saranno assegnate a cittadini, famiglie e associazioni

OLBIA. Gli orti urbani diventano realtà. Presto cittadini o associazioni potranno dedicarsi al verde in aree messe a disposizione dal Comune. La prima tranche è composta da 27 orti nella zona di Tannaule e la prossima settimana sarà pubblicato il bando per l’affidamento. Dodici lotti saranno destinati a singoli cittadini, undici a nuclei familiari e quattro ad associazioni, organizzazioni di volontariato o cooperative sociali. Questi ultimi saranno assegnati con la procedura della estrazione pubblica, come anche sei lotti destinati a singoli cittadini o famiglie. Un modo, ha sottolineato l’amministrazione, per non escludere nessuno dall’assegnazione degli orti e per favorire anche l’integrazione sociale. Gli altri 17, invece, saranno distribuiti secondo una graduatoria, formata tenendo conto di vari requisiti. Per i cittadini singoli varranno il reddito, l’età e la condizione di pensionato, occupato o disoccupato. Per le famiglie il reddito e la composizione del nucleo familiare. L’assegnazione avrà una durata di tre anni.

La realizzazione degli orti urbani è stato un lavoro congiunto tra l’assessorato all’Ambiente e le commissioni Ambiente e Sicurezza. «Mi auguro si tratti l’inizio di un progetto più vasto – dice l’assessore Giovanna Spano, affiancata dal sindaco Gianni Giovannelli –. Noi crediamo molto nel coinvolgimento dei cittadini nella gestione degli spazi comunali». «Abbiamo rispettato tutte le finalità del progetto sia sotto l’aspetto ambientale che sociale», aggiunge Tore Pitta, presidente della commissione Sicurezza. «Credo sia una vittoria di chi ha sempre creduto nel verde», sostiene infine Benedetto Cristo, presidente commissione Ambiente. (al.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes