Il 16 flash mob in difesa dell’ospedale e il 18 arriva Arru

LA MADDALENA. Il fronte comune della Gallura contro il progetto di riforma regionale della rete ospedaliera smuove le acque. Il 18 aprile alle 11, nel salone consiliare, l’assessore regionale alla...

LA MADDALENA. Il fronte comune della Gallura contro il progetto di riforma regionale della rete ospedaliera smuove le acque. Il 18 aprile alle 11, nel salone consiliare, l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Arru, parteciperà assieme a Raimondo Perra, presidente della commissione Sanitaria, a un incontro pubblico con i rappresentanti della conferenza provinciale socio-sanitaria. La riunione sarà presieduta da Antonio Satta, presidente dell’organismo gallurese, che nel direttivo è affiancato dai sindaci della Maddalena e di Tempio, Luca Montella e Andrea Biancareddu. E il 16 aprile, alle 11, manifestazione di piazza in difesa del Merlo. Nella recente assemblea sull'isola, promossa dal gruppo socio politico cristiano, Satta aveva dichiarato che qualora non venissero accolte dalla Regione le rivendicazioni per La Maddalena, Tempio e Olbia la conferenza socio sanitaria non avrebbe votato il bilancio di previsione della Asl numero 2. Una provocazione dai toni forti, che si era aggiunta al pressing portato avanti in questi mesi dal Consiglio comunale e dal consigliere regionale maddalenino Pierfranco Zanchetta. Nell'incontro si affronteranno le questioni legate al disegno di riforma ospedaliero, attualmente all’esame della commissione Sanità del Consiglio regionale. In particolare, per quanto riguarda l’ospedale “Paolo Merlo”, va sciolto il nodo del mantenimento del punto nascita. Domani l'assessore Massimiliano Guccini parteciperà a un gruppo di lavoro con l'Anci regionale per la stesura di una proposta di modifica alla delibera di riforma sanitaria. (w.b.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes