Diga e Zir, la Regione accelera

Delibera della giunta per “interventi urgenti”. Ma Biancareddu è insoddisfatto: non si parla di fondi

TEMPIO. La giunta regionale, con una delibera approvata martedì pomeriggio ha deciso di modificare la denominazione dell’intervento da attuarsi a cura dell’Enas sulla diga del Rio Pagghjolu a Monti di Deu come “interventi urgenti per la messa in sicurezza dello sbarramento e il collaudo”.

Ha dato inoltre mandato all’Enas di dare immediata attuazione alle opere più urgenti da individuarsi con l’ufficio tecnico per le dighe di Cagliari, nelle more della stipula di apposita convenzione con gli uffici competenti dell’Assessorato dei Lavori Pubblici. La giunta ha anche dato mandato all’Enas di verificare il fabbisogno finanziario eventualmente necessario per il completamento di tutti gli interventi indicati dall’ufficio tecnico per le dighe di Cagliari e indispensabile anche per il collaudo. Agli uffici competenti dell’assessorato regionale all’Industria è stato dato mandato infine affinché il Consorzio Zir di Tempio, in liquidazione, pensi all’adozione dei provvedimenti volti alla definizione della pratica amministrativa relativa all’appalto dei lavori di costruzione dello diga, compresi la chiusura del rapporto contrattuale con l’impresa, il collaudo tecnico-amministrativo e la definizione dei rapporti con il ministero Infrastrutture e Trasporti-Provveditorato alle opere pubbliche del Lazio, Abruzzo e Sardegna, soggetto finanziatore dell’opera. «Il deliberato della giunta regionale, pur apprezzabile in linea di massima - dichiara il sindaco Biancareddu -, non mi soddisfa più di tanto nell’ambito dell’emergenza idrica che attanaglia l’Alta Gallura.. Avrei preferito sentir parlare di finanziamenti reali e concreti indispensabili a sanare la situazione da terzo mondo nella quale il territorio si trova dal punto di vista dell’approvvigionamento idrico. A tal proposito mi piace invece comunicare che nella prossima settimana sarà in città per un incontro con l’amministrazione comunale, Alessandro Ramazzotti, amministratore unico di Abbanoa, assieme a tecnici e funzionari. Spero davvero di trarre cose più proficue da quell’incontro».

Di diverso parere invece, il consigliere rgionale Giuseppe Meloni che in un comunicato esprime soddisfazione per quanto deliberato dalla gunta. Meloni aveva infatti chiesto con un’interrogazione, una accelerazione delle procedure relative alla alla Zir di Tempio e alla diga.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes