Disabile a scuola solo per tre ore

Arzachena, la legge non prevede un assistente nella scuola superiore. La madre si appella a Pigliaru

ARZACHENA. La mamma di un ragazzo disabile chiede aiuto al governatore della Regione, Francesco Pigliaru. Vuole che al figlio sia garantito il diritto allo studio. Frequenta l’istituto alberghiero Costa Smeralda, al suo fianco c'è un educatore scolastico, ma lo studente necessita di assistenza. Ad esempio, ha bisogno di qualcuno che gli dia da mangiare e da bere. «Ha compiuto 16 anni – spiega la madre –, non essendo più scuola dell’obbligo non si sa quale sia l’ente competente che dovrebbe risolvere il problema. Mi sono rivolta al sindaco Alberto Ragnedda e agli impiegati dell’ufficio Servizi sociali, tutti molto gentili. Hanno chiamato in Provincia, ma è stato risposto loro che l’ente finanzia solo la figura dell’insegnante di sostegno. Anche a scuola sono tutti solidali. Tuttavia c'è un rimpallo di competenze che di fatto costringe mio figlio a frequentare solo le prime ore di lezione».

Lo studente entra in classe alle 8.10, alle 11 la madre lo va a riprendere. «Devo dargli da mangiare e da bere, accudirlo – racconta –, perché purtroppo non c'è nessuno che si prenda cura di lui. A scuola manca questa figura specifica. Ripeto, non certo per volontà dei vertici dell’istituto alberghiero, né del Comune o degli assistenti sociali. Sono tutti molto sensibili e vorrebbero poterci aiutare. Sta di fatto che dopo le ore trascorse con i compagni, con l’insegnante di sostegno e con gli altri professori mio figlio è costretto a tornare a casa. A lui piace stare in mezzo ai ragazzi della sua età. Anche se è su una sedia a rotelle e non parla, ama andare a scuola. Il contatto diretto con gli altri è un grande stimolo per lui. Vorrei che in qualche modo si possa superare questo ostacolo, mio figlio ha diritto all'integrazione scolastica».

Si rivolge così al presidente della Regione, Francesco Pigliaru: «Chi può aiutarci? Sono sicura che una soluzione si possa trovare, basterebbe un dialogo chiarificatore con i rappresentanti degli enti pubblici coinvolti».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes