Mozione in Regione per riportare la sede del Demanio marittimo in Gallura

L'edificio che ospitava la sede del Demanio marittimo a Tempio

I quattro consiglieri regionali del territorio (Satta, Fasolino, Meloni e Zanchetta), presentano la richiesta a Pigliaru

OLBIA. I quattro consiglieri regionali della Gallura (Giovanni Satta dell'Upc primo firmatario, Giuseppe Fasolino di Forza Italia, Giuseppe Meloni del Pd e Pierfranco Zanchetta dell'Upc) hanno presentato una mozione per il ripristino della sede del Demanio Marittimo in Gallura (aveva sede a Tempio) ennesimo ufficio che è stato tolto al territorio. Nella mozione si chiede il ripristino della sede a Tempio o, in alternativa, di ubicarla a Olbia. Questo il testo: "la mozione urgente impegna il Presidente della Regione e l’Assessore Regionale degli Enti Locali, Finanze Ed Urbanistica. 1) A modificare con ogni consentita urgenza, il Decreto dell’Assessore Regionale degli Enti Locali, Finanze Ed . urbanistica, n. 2 del 10. 02. 2015, al fine di ripristinare l’ufficio del Demanio Marittimo dell’Assessorato Regionale degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica - Servizio territoriale di Tempio - Olbia, competente per il territorio della ex Provincia di Olbia - Tempio (dal Comune di Badesi al Comune di Budoni), mediante la riapertura funzionale della sede in Tempio Pausania. 2) In alternativa, a istituire lo stesso ufficio, previo ubicazione e spostamento in appositi locali di competenza Regionale nella città di Olbia, posto che in tale territorio si concentra oltre l’80% delle concessioni demaniali rilasciate dal servizio".

WsStaticBoxes WsStaticBoxes