La Cina è vicina: Olbia firma un accordo con la città di Nanchino

Pan Yining e Shen Ping insieme a Settimo Nizzi

Intesa per partecipare alla fiera dell'Italia nella città orientale e apertura del mercato turistico gallurese

OLBIA. Accordo stretto fra Olbia e la città di Nanchino. Oggi, 24 febbraio, è stato firmato nella sede dell'aviazione generale, un accordo per l'intensificazione dei rapporti commerciali tra le attività produttive di Olbia e la municipalità della città cinese di Nanchino. La firma è stata apposta dal sindaco di Olbia Settimo Nizzi e, per i cinesi, dal direttore del centro fieristico di Nanchino Shen Ping e dal presidente della società Eternal Luxuriant Investment, Pan Yining. Alla firma e successiva conferenza stampa erano presenti anche il consulente dell'assessore regionale al turismo della Sardegna Antonio Usai, il project manager del Cipnes Massimo Masia e Massimo Carpinelli, rettore dell'università di Sassari. Il primo obiettivo dell'accordo è la partecipazione alla grande fiera internazionale di Nanchino (si svolgerà dal  27 maggio al 4 giugno), città di oltre 8 milioni di abitanti. La fiera, denominata Design food fashion, sarà interamente dedicata al made in Italy. Oltre ai rapporti commerciali, l'altro intento del comune di Olbia è di attrarre i visitatori cinesi, un  mercato enorme che va seguito con particolare attenzione. Proprio Pan  Yining, che è anche presidente in Cina dell'Inter calcio Academy, ha ricordato che la Sardegna, che già lui conosce per aver trascorso nell'isola una vacanza un anno fa, ha tutte le potenzialità per poter attrarre i visitatori cinesi. E' stato anche presentato dal Cipnes il progetto Insula , che riguarda la promozione delle filiere produttive della Sardegna  nell'agrifood, artigianato, design e nautica . Insula sarà presente con un proprio stand alla fiera di Nanchino come pure un altro stand sarà dedicato alle attività produttive che operano a Olbia.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes