La morte di Andrea Altea a caccia, un vegano esulta sul web

Post choc di un medico su Facebook: bene, dovrebbe succedere più spesso. Le sue parole hanno provocato centinaia di commenti indignati anche da parte di amici dell’assessore. «Lei si deve vergognare è un dottore che augura la morte al prossimo»

OLBIA. C’è stato un tempo in cui si usava dire che le parole sono pietre. Oggi non più: le parole si usano con leggerezza, a volte con incoscienza. Si arriva a gioire pubblicamente per la morte di qualcuno e per reazione si augurano le peggiori cose.

Di fronte alla morte di Andrea Altea, l’assessore 43enne di Aggius, ucciso domenica mattina da una fucilata alla testa durante una battuta di caccia al cinghiale nelle campagne del paese, Pasquale Mario Bacco, un medico di Battipaglia che vive a Bari, ha reagito pubblicando sul proprio profilo Facebook (aperto) la notizia della tragedia e l’ha corredata da un commento: «Bene. Dovrebbe succedere più spesso. Del resto ha avuto quello che lui aveva riservato a un altro essere vivente. Ogni cacciatore che muore si illumina una stella in cielo. Speriamo in un cielo pieno di stelle».

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes